Pages in topic:   [1 2 3] >
Off topic: Farsi chiamare ‘dottore’: presunzione o pura formalità?
Thread poster: Joris Bogaert

Joris Bogaert  Identity Verified
Italy
Local time: 00:10
Italian to Dutch
+ ...
Sep 20, 2006

Buongiorno a tutti,

Vorrei chiedervi cosa pensate del fatto di chiamarsi ‘dottori’, in quanto laureati (pare che l’odierna laurea triennale non basti per aspirare a tale titolo – perciò mi riferisco alla laurea quadriennale e quinquennale), giovani e grandi, principianti ed esperti…

Personalmente, ho sempre evitato qualsiasi formalità in proposito. Non mi sono mai presentato come Dott. Joris Bogaert, in quanto mi sembrava un po’ ridicolo, forse anche perché sono molto giovane, e soprattutto perché mi sembrava un po’ presuntuoso, specie nei confronti di persone più grandi di me…

Navigando in rete, vedo che alcuni traduttori-interpreti ci tengono molto a precisarlo che siano laureati (forse anche per farsi valere nella loro professione), ma sinceramente non so bene cosa pensarne. Potrebbe essere espressione di una pura formalità, come non potrebbe esserlo. Forse si vuole semplicemente precisare che per fare il traduttore occorre una formazione superiore...

Naturalmente, tendo ad essere più formale con i miei clienti/colleghi che si fanno chiamare ‘dottore’, non tanto per rispetto per il loro titolo quanto per il fatto personale di tenere all’ ”etiquette”, alle formalità dell’approccio umano in un contesto lavorativo, una ragione peraltro valida ed accettabile, mi pare.

Questo argomento è piùttosto triviale, quindi l'ho messo 'off-topic' - spero sia corretto.

Grazie!


Direct link Reply with quote
 
potra
United States
Local time: 18:10
Member (2007)
English to Italian
+ ...
Dottore Sep 20, 2006

Penso che il titolo 'dottore' riferito a persone con lauree specialistiche, sia appropriato nel contesto accademico-universitario dove gli interlocutori si denominano come Prof. o Dottore nel caso di un laureato.

Credo sia anche appropriato nelle presentazioni di figure professionali non tradizionali, tipo la nostra, dove va bene dire 'Avvocato XXX Le presento la Dottoressa XXX'

Al di fuori di questi contesti mi pare un po' pomposo e fuori luogo denominarsi Dottori.

Ma il mondo e' bello perche' e' vario, quindi se uno vuol chiamarsi dottore in contesti meno formali, mi pare giusto che sia libero di farlo.


Direct link Reply with quote
 

Giuliana Buscaglione  Identity Verified
Austria
Local time: 00:10
Member (2001)
German to Italian
+ ...
Paese che vai........ Sep 20, 2006

Caro Joris,

dipende dal Paese in cui ti trovi. Ci sono Paesi, in cui l'uso del titolo, anche come semplice appellativo, non è né suona pomposo o viene inteso come modo per darsi delle arie.

Sebbene in Italia il titolo non è incluso nei documenti (per lo meno non in quelli d'identità, mentre lo è in altri - in tutti i documenti), l'uso del titolo in certi ambienti è piuttosto diffuso, non solo per i dottori in medicina.

Eppoi, perché no all'appellativo "dottore", quando "ragioniere", "ingegnere", "avvocato", "geometra" e altri ancora sono usati con tanta semplcità e nessuno sembra posri tante domande?!

Insomma, dipende...

Ho notato che in Italia c'è una certa tendenza, per lo meno da parte di alcuni, a etichettare automaticamente chiunque faccia uso del proprio titolo come un(a) borioso/a. Sarebbe a mio parere meglio, se si fosse meno veloci nell'emettere sentenze.

Giuliana

P.S. omettere il titolo nel rivolgersi a una persona in alcuni Paesi è una scortesia...

[Edited at 2006-09-20 10:55]


Direct link Reply with quote
 

Giulia TAPPI  Identity Verified
France
Local time: 00:10
French to Italian
+ ...
Io vivo in Francia Sep 20, 2006

e qui anche il Presidente della Repubblica è il Signor (Monsieur) Chirac, come tutti gli altri. Poi, forse perché sono una donna, mi basta che mi chiamino Signora, lo preferisco al Dottoressa di cui mi gratificano solo gli Italiani.
Però, quando vedo la poca considerazione che alcuni hanno per l'interprete, mi dico che forse, se mi facessi chiamare dottoressa, non mi chiederebbero di servire anche il caffé...


Direct link Reply with quote
 

Gisella Germani Mazzi
Switzerland
Local time: 00:10
German to Italian
+ ...
dipende... Sep 20, 2006

Qui in Svizzera non mi verrebbe mai in mente di farmi chiamare "Dottoressa" (anche perché qui "Dottore" è chi ha fatto il dottorato)... Ma in Italia, dipende dal contesto. Se ho a che fare con gente particolarmente boriosa e formale (manager "simpaticissimi", notai ecc.), un bel "Dottoressa" ci sta. Non sono una segretaria, né una cameriera (con tutto il rispetto per queste categorie): sono una professionista e come tale mi dovete trattare, a costo di dover sbandierare il mio titolo! Devo dire che la strategia funziona...



[Edited at 2006-09-20 11:59]


Direct link Reply with quote
 

Giovanni Guarnieri MITI, MIL  Identity Verified
United Kingdom
Local time: 23:10
Member (2004)
English to Italian
funziona al telefono... Sep 20, 2006

'pronto, sono il dottor Guarnieri...' è senza dubbio più efficace di 'pronto, sono il signor Guarnieri...', dà un certo senso di autorità. Altrimenti, non lo uso mai...

Guarnieri dottor Giovanni


Direct link Reply with quote
 

Isabel Booth  Identity Verified
Local time: 00:10
Italian to English
The Dottor Dilemma! Sep 20, 2006

I know just what you mean!
As an English gal, a doctor for me has either a PhD or works in medicine. Alas, in the Italian workplace it is not so, as I discovered 20-odd years ago.

I always felt a bit daft & presumptious introducing myself as Dottoressa, and so after trying for a (very short) while, I stopped.
There weren't many women working high or even highish up at the time in my field of work (electronics - private firm), never mind women calling themselves Dottoressa!

Actually, something that really used to get my back up with Italian customers was the fact that men were usually called "Dottore", especially when meeting for the first time, but I was always "Signorina", not even Signora.

Anyway there's no doubt that in the places I worked in Italy, if people address you as "Dottore" it's a sign of respect for your expertise or experience: some people I know even get called it even though they never went near a university.

Funnily enough, after I'd been working at the same place for well over 15 years, my boss started to introduce me as "Dottoressa" (but then the "essa" irked me even more) but maybe he was just hinting I'd got OLD!!

Oh well, as the saying goes "Signore si nasce.."


Direct link Reply with quote
 

Mariella Bonelli  Identity Verified
Local time: 00:10
English to Italian
+ ...
E i biglietti da visita? Sep 20, 2006

Ma come vi comportate ad esempio per biglietti da visita, eventuali insegne, ecc.? Io sono stata un po' nel dubbio, ma poi mi sembrava pomposo scrivere dottoressa e alla fine metto solo il mio nome...

Direct link Reply with quote
 
xxxsofiablu
Netherlands
Local time: 00:10
Dottore a chi? Sep 20, 2006

Ciao Joris,

quando in Italia qualcuno mi chiamava "Dottoressa" mi sentivo in imbarazzo, anche se succedeva soprattutto in ambito lavorativo.
Mi stanno bene i vari "architetto, ingegnere, ragioniere", ma "dottore" è troppo generico e io lo associo comunque a "medico".
Ci sono persone semplicemente laureate in legge e che non esercitano la professione, però sul campanello di casa si fanno incidere "avv.", anche se un dottore in legge tout court non è un avvocato, né tantomeno un notaio o un magistrato.
Quando mi presento, dico solo il mio cognome. Se qualcuno ha bisogno di "titolarmi" per provare rispetto per me, il problema è suo e si chiama cafonaggine. Comunque, il rispetto è qualcosa che si deve a tutti, indipendentemente dal fatto che siano laureati o no, ricchi o poveri, potenti o logorati dal potere. La formalità è da seguire, ma non è necessariamente indice di buona educazione.
Dal canto mio, mi piacerebbe tuttavia che mi si chiamasse "Eccellenza Squisitissima", ma mi sa che entriamo nel regno dell'Improbabilità.

Groetjes!


Direct link Reply with quote
 

Joris Bogaert  Identity Verified
Italy
Local time: 00:10
Italian to Dutch
+ ...
TOPIC STARTER
Stesso dilemma... Sep 20, 2006

Mariella Bonelli wrote:

Ma come vi comportate ad esempio per biglietti da visita, eventuali insegne, ecc.? Io sono stata un po' nel dubbio, ma poi mi sembrava pomposo scrivere dottoressa e alla fine metto solo il mio nome...


Infatti, proprio per questo motivo ho postato questo 'topic'. I miei vecchi biglietti di visita riportano solo il mio nome. E adesso che mi tocca rifarle, ecco che si ripropone il dilemma. In realtà mi sento tutt'ora un po' 'giovane' per farmi chiamare 'dottore'... cioè, fossi stato più grande, mi sarei probabilmente fatto meno problemi. Sarà per il fatto che per "dottore" mi immagino sembra un uomo/una donna maturo/a in tutti i sensi: di una certa età, con molta esperienza, dotato di un senso critico che si acquisisce con gli anni... proprio per il rispetto di coloro che lo sono davvero, e non per denigrazione...


Direct link Reply with quote
 

Emanuela Clodomiro  Identity Verified
Italy
Local time: 00:10
Member (2007)
English to Italian
+ ...
mah... Sep 20, 2006

Io lavoro anche in contesto universitario e quando gli studenti o i professori si rivolgono a me mi chiamano Dottoressa nonostante io non abbia una laurea quadriennale ma il mio vecchio diploma da interprete e traduttrice.

E comunque, come dovrebbero chiamarci? Siamo pur sempre specialisti che hanno studiato a lungo e molto duramente!

Credo che tutto nasca dal fatto che non possono chiamarci "la Traduttrice xxx" o "il Traduttore xxx". A me suonerebbe strano: "Scusi Traduttrice/Interprete mi dà una mano?"

Credo, comunque, che se vogliamo un pò più di rispetto per la nostra professione dobbiamo fare attenzione alle piccole cose.

Non penso si tratti di essere "pomposi" o darsi delle arie.
Si tratta solo di acquisire, attraverso un titolo, un maggiore senso di professionalità.


P.S. chiunque acquisisca un titolo di livello universitario diventa Dottore a prescindere dagli anni frequentati. Almeno era così fino a qualche tempo fa.

[Edited at 2006-09-20 13:21]


Direct link Reply with quote
 

Maurizio Valente  Identity Verified
Italy
English to Italian
+ ...
Dipende dai contesti, oltre che dai Paesi Sep 20, 2006

La mia prima reazione è stata quella di rispondere: "Se mi sono fatto il m**zo per 5 anni per laurearmi, mi deve pure servire a qualcosa; o no?" Se nelle situazioni lavorative mi può recare dei vantaggi, perché tacere pudicamente come se fosse un'onta?
Negli anni Settanta, quando partecipavo ai picchetti davanti alle fabbriche, ai compagni operai non lo sbandieravo, perché già il fatto di essere un impiegato anziché un blue collar poteva creare una barriera. Quelli tra gli operai che lo sapevano poi se ne servivano nelle discussioni politiche per prevaricare, dicendo con tono sarcastico "Sostiene il compagno dottore ..." (come dire "nemico di classe"). Ma erano altri tempi.
Se vuoi trovare + clienti, il mio consiglio da matusa (= vecchiaccio decrepito), caro Joris, è il seguente (anzi sono due):

1. Metti il 'dottore' sul biglietto da visita.
2. Vai dal barbiere e dopo fatti una foto con i capelli in ordine, perché ci sono anche quelli che (non io, bada bene) giudicano in base all'aspetto esteriore (non è che io non giudichi, bada bene; ma uso altri parametri). Poi lasciateli crescere come ti pare, se lavori solo su Internet.
Con simpatia
Maurizio


Direct link Reply with quote
 

gianfranco  Identity Verified
Brazil
Local time: 21:10
Member (2001)
English to Italian
+ ...
I titoli di studio vengono usati raramente in Inghilterra Sep 20, 2006

Eccellenze Squisitissime tutte,

una cosa che ho apprezzato in Inghilterra è la pressoché totale assenza nell'uso di titoli. Si giunge al punto che i giornalisti chiamanto anche i deputati e il primo ministro "Mister", in pubblico e senza che questo risulti offensivo.

Tony Blair può essere chiamato indifferentemente "Mr Blair" o "Prime Minister" ma anche semplicemente "Tony", per esempio in occasione di convegni, dai compagni di partito, e nessuno fa una piega.
Lo stesso vale per ogni autorità, esperti, deputati, presidenti di grandi società. Sono quasi sempre "Mr +cognome"

Inoltre, chi si presentasse agli interlocutori con i titoli professionali sarebbe visto decisamente come una persona bizzarra, come minimo.


sofiablu wrote:
...
Quando mi presento, dico solo il mio cognome. Se qualcuno ha bisogno di "titolarmi" per provare rispetto per me, il problema è suo e si chiama cafonaggine.
...


Questo mi sembra esagerato. Non tutti coloro che indirizzano una persona con un titolo, che in alcune culture è normale e accettato secondo le convenzioni sociali, sono necessariamente cafoni.

ciao
Gianfranco



[Edited at 2006-09-20 18:31]


Direct link Reply with quote
 

Valeria Mazza  Identity Verified
Italy
Local time: 00:10
German to Italian
+ ...
Prof. Ing. Dott.ssa Sep 20, 2006

Generalmente non mi interessa come vengo "appellata".
Lavoro con diverse persone non laureate e quindi non mi va di sottolineare che io posso fregiarmi di questo titolo e loro no.

Quando però per lavoro mi presentano torna utile e prestigioso affermare: "Ingegnere le presento la Dott.ssa ..."
Sui biglietti da visita invece per qualche disposizione interna la mia azienda non ha voluto apporre nessun titolo.

Personalmente io i titoli li trovo spesso un po' ridicoli...e in certi usi a volte mi pare di intravedere una finta riverenza...mi arrivano e-mail spesso che esordiscono: "illustrissima /Gentilissima Dottoressa"... che mi pare un po' eccessivo

Bellissimi poi certi appellattivi arrivati ai miei colleghi: "Pronto? vorrei parlar con l'ispettor Giuseppe!"
Ispettore?? Non lavoriamo mica in Commissariato!

Quando faccio da interprete a corsi di formazione, mi succede spesso che mi chiamino INGEGNERA, ..si vede che incuto rispetto a sproloquiare su ingranaggi e forcelle dal tedesco:)


Direct link Reply with quote
 
Pages in topic:   [1 2 3] >


To report site rules violations or get help, contact a site moderator:


You can also contact site staff by submitting a support request »

Farsi chiamare ‘dottore’: presunzione o pura formalità?

Advanced search






memoQ translator pro
Kilgray's memoQ is the world's fastest developing integrated localization & translation environment rendering you more productive and efficient.

With our advanced file filters, unlimited language and advanced file support, memoQ translator pro has been designed for translators and reviewers who work on their own, with other translators or in team-based translation projects.

More info »
SDL Trados Studio 2017 Freelance
The leading translation software used by over 250,000 translators.

SDL Trados Studio 2017 helps translators increase translation productivity whilst ensuring quality. Combining translation memory, terminology management and machine translation in one simple and easy-to-use environment.

More info »



Forums
  • All of ProZ.com
  • Term search
  • Jobs
  • Forums
  • Multiple search