Pages in topic:   [1 2] >
Prove e ancora prove
Thread poster: orne82

orne82
Local time: 01:54
French to Italian
+ ...
Oct 30, 2006

Buongiorno a tutti,
mi è appena arrivata l'ennesima prova di traduzione non retribuita. Per essere sincera, indico sempre in fondo al mio c.v. che sono disposta a effettuare un test non retribuito ma ora comincio ad essere stanca: è l'atteggiamento delle agenzie che non è proprio corretto. Mandano un test di 2 o 3 cartelle, lo faccio e ci passo delle ore e o rispondono (che il test è corretto e che mi contatteranno) o scompaiono senza neanche dare risposta.
Comunque non ho mai collaborato con un'agnezia che mi ha proposto un test!
Cosa ne pensate? Dovrei insistere per sapere almeno l'esito del mio test o non ne vale neanche la pena? O non dovrei più accettare test?
Grazie a tutti coloro che mi risponderanno
a presto
Ornella


Direct link Reply with quote
 

Marie-Hélène Hayles  Identity Verified
Local time: 01:54
Italian to English
+ ...
chiedere l'eisto mi sembra giusto Oct 30, 2006

tu hai avuto la cortesia di fare una prova senza ricompenso, il minimo che puo' fare l'agenzia e' di darti l'esito. Per il resto, se sei stanca di fare le prove non ne farle piu'! Nessuno ti obbliga... e ci sono tante agenzie che non te ne chiedono.

Direct link Reply with quote
 

Marina Rossa  Identity Verified
Local time: 01:54
English to Italian
+ ...
prove... Oct 30, 2006

Gentile Ornella,
quello che posso consigliarti in base alla mia personale esperienza, è di non indicare la tua disponibilità a sottoporti ad un test nel CV.
All'inizio anche io l'avevo incluso nel curriculum, ma con il tempo ho notato che in questo modo praticamente TUTTE le agenzie richiedevano un test di traduzione, probabilmente (ma non vorrei sembrare in malafede) perchè, che avessero o meno intenzione di stabilire una nuova collaborazione, una o due cartelle tradotte gratuitamente non le rifiuta quasi nessuno. Certo, molte lasciavano chiaramente trasparire la loro serietà, mandando brani che non potevano in alcun modo essere parte di un progetto di traduzione "retribuito". Ma in alcuni casi temo che il test inviato facesse parte di traduzioni più ampie, e di solito si trattava di agenzie che non comunicavano l'esito.
Credo che le agenzie che richiedono per forza un test, lo notifichino comunque, senza bisogno di specificare la propria disponibilità.
Al contrario molte agenzie che avrebbero ritenute sufficienti le qualifiche e le referenze indicate nel curriculum, leggendo la dicitura riguardante la disponibilità, chiedono lo stesso un test, anche solo per essere più sicure.
My two cents ^_^
Marina


Direct link Reply with quote
 

Angela Arnone  Identity Verified
Local time: 01:54
Member (2004)
Italian to English
+ ...
Concordo con Marina Oct 30, 2006

Togli subito quella frasetta.
Tanto, te lo chiederanno lo stesso.
Poi non più di 200 parole, altrimenti puzza la cosa.
Sull'esisto ... be' purtroppo, nessuna nuova cattiva nuova. Se non ti dicono nulla è perché non è piaciuto o perchè hanno fatto qualche cosa di losco...
Coraggio!
Angela


Direct link Reply with quote
 
Deschant
Local time: 00:54
Prove con la deadline Oct 30, 2006

E sopratutto bisogna diffidare se ti dicono: "Si prega di consegnare questa prova entro ...". Cos'i le possibilit'a che la prova faccia parte di un lavoro "reale" aumentano!

Direct link Reply with quote
 
Lorenzo Lilli  Identity Verified
Local time: 01:54
German to Italian
+ ...
prove brevi Oct 30, 2006

Angela Arnone wrote:

Togli subito quella frasetta.
Tanto, te lo chiederanno lo stesso.
Poi non più di 200 parole, altrimenti puzza la cosa.



D'accordissimo. Se mai indica la tua disponibilità (SE richiesta) per una prova breve (e 200 parole, o forse anche meno, possono essere più che sufficienti per valutare la competenza di un candidato). Col tempo secondo me si sviluppa un certo fiuto per i lavori gratis mascherati da prove, vedrai che poi capirai anche tu se puoi fidarti o no... buona fortuna.


Direct link Reply with quote
 
giovie72  Identity Verified
United States
Local time: 19:54
Italian to English
anch'io Oct 30, 2006

Ciao Ornella,
Anch'io completo sempre "test" a volte rispondono e di conseguenza risultano in lavoro e a volte non mi danno neanche una risposta, ne positiva ne naegativa. Ho fatto un test circa un mese fa per un agenzia a NY ci ho lavorato un sacco di tempo, circa 700 parole, e niente. Mai più farò un test del genere. Ho appena mandato una e-mail a questa agenzia per sapere il risultato, il tuo post mi ha motivato a farlo. Cmq un test di tante parole non lo farò più.
Buona fortuna
Giovanna


Direct link Reply with quote
 

Jo Macdonald  Identity Verified
Spain
Local time: 01:54
Member (2005)
Italian to English
+ ...
Tests gratis? Oct 30, 2006

Fai prove a pagamento, perchè devi lavorare gratis?

Direct link Reply with quote
 

Mariella Bonelli  Identity Verified
Local time: 01:54
English to Italian
+ ...
Avete mai chiesto Oct 30, 2006

al vostro dentista di farvi una piccola pulizia per poi eventualmente affidargli un lavoro più importante? O all'idraulico di sistemare un tubo gratis per poi valutare se fargli rifare il bagno? Anche noi dovremmo essere rispettati allo stesso modo. Ora, anche se faccio fatica, mi sforzo di capire che un'agenzia per organizzare un grosso progetto preferisca selezionare i traduttori, in modo da partire affidandosi a mani sicure, ma ritengo che sia suo dovere restituire le prove corrette. Purtroppo mi sono bruciata troppe volte. Un'agenzia, tra l'altro con una discreta valutazione sulla Blue Board, mi ha inviato un testo medico, per partecipare ad un grande progetto, da tradurre con Trados (!!!), che altro non era che un evidente estratto di un testo molto più lungo, senza capo nè coda. Ho deciso di dare loro comunque fiducia, chiedendo cortesemente di avere poi la correzione del testo, che non è mai arrivata, perché a loro dire la mia traduzione era stata valutata positivamente, per cui che necessità c'era? Peccato che non mi abbiano mai fatto partecipare al progetto, nè mi abbiano mai mandato un solo testo da tradurre. Spariti. Questo è stato evidentemente un bell'imbroglio e il grande progetto penso se lo siano tradotti in parte così. Ha comunque ragione Lorenzo a dire che poi si impara a capire chi si ha davanti ed ora accetto test di traduzione solo a fronte di progetti concreti, solo se l'agenzia si impegna formalmente a restituirmi il testo corretto e per non più di 200 parole. Basta con le agenzie che al primo contatto inviano un bel malloppo da tradurre, prima ancora di parlare di prezzo, salvo poi scoprire che pagano una miseria. E, come è già stato detto, i miei migliori clienti non mi hanno mai fatto fare un test di traduzione e molte agenzie per le quali ho fatto dei test, benché valutati positivamente, non si sono mai più fatte sentire. Inoltre, cosa costerebbe ad una nuova agenzia iniziare con l'affidare un piccolo lavoro, farlo rivedere, per poi passare via via a testi più importanti? Mi sembra che questa potrebbe essere una soluzione ragionevole soprattutto per le agenzie non troppo grandi, che sono tra l'altro la maggior parte. È giusto rendersene conto: sono in troppi ad approfittare di questa insolita prassi, che sembra purtroppo stranamente consolidata nel nostro settore.

[Edited at 2006-10-30 19:53]


Direct link Reply with quote
 

Rita Bilancio  Identity Verified
Local time: 01:54
English to Italian
+ ...
sono d'accordo! Oct 30, 2006

D'accordo con Mariella: non è giusto fare test gratuiti che poi magari si rivelano essere delle vere e proprie parti di traduzioni sulle quali le agenzie guadagnano al 100%.
Forse a volte ci si sottostima e si pensa di "dover piacere"
all'agenzia: forse le prove di traduzioni letterarie sono più soggette ad un criterio di questo tipo ma una trad. tecnica comporta anche un lavoro di ricerca terminologica che non dovrebbe essere "sottostimata"né regalata.
Valuta tu se continuare a farne, forse potresti offrire una tariffa un po' più bassa all'inizio per vedere se riesci a "fidelizzare il cliente" ma non regalare né svendere troppo il nostro lavoro che già spesso rischia di essere banalizzato!


Direct link Reply with quote
 

orne82
Local time: 01:54
French to Italian
+ ...
TOPIC STARTER
Avete proprio ragione... Oct 30, 2006

Grazie mille di tutti questi consigli! Ho già cancellato la frase dal mio curriculum. Comunque ora ci penserò prima di accettare test troppo lunghi da agenzie che non hanno progetti concreti da propormi.
a presto,
Ornella


Direct link Reply with quote
 

Angie Garbarino  Identity Verified
Local time: 01:54
Member (2003)
French to Italian
+ ...
solo un commento Oct 30, 2006

Mariella Bonelli wrote:
al vostro dentista di farvi una piccola pulizia per poi eventualmente affidargli un lavoro più importante? O all'idraulico di sistemare un tubo gratis per poi valutare se fargli rifare il bagno? Anche noi dovremmo essere rispettati allo stesso modo. Ora, anche se faccio fatica, mi sforzo di capire che un'agenzia per organizzare un grosso progetto preferisca selezionare i traduttori, in modo da partire affidandosi a mani sicure, ma ritengo che sia suo dovere restituire le prove corrette. Purtroppo mi sono bruciata troppe volte. Un'agenzia, tra l'altro con una discreta valutazione sulla Blue Board, mi ha inviato un testo medico, per partecipare ad un grande progetto, da tradurre con Trados (!!!), che altro non era che un evidente estratto di un testo molto più lungo, senza capo nè coda. Ho deciso di dare loro comunque fiducia, chiedendo cortesemente di avere poi la correzione del testo, che non è mai arrivata, perché a loro dire la mia traduzione era stata valutata positivamente, per cui che necessità c'era? Peccato che non mi abbiano mai fatto partecipare al progetto, nè mi abbiano mai mandato un solo testo da tradurre. Spariti. Questo è stato evidentemente un bell'imbroglio e il grande progetto penso se lo siano tradotti in parte così. Ha comunque ragione Lorenzo a dire che poi si impara a capire chi si ha davanti ed ora accetto test di traduzione solo a fronte di progetti concreti, solo se l'agenzia si impegna formalmente a restituirmi il testo corretto e per non più di 200 parole. Basta con le agenzie che al primo contatto inviano un bel malloppo da tradurre, prima ancora di parlare di prezzo, salvo poi scoprire che pagano una miseria. E, come è già stato detto, i miei migliori clienti non mi hanno mai fatto fare un test di traduzione e molte agenzie per le quali ho fatto dei test, benché valutati positivamente, non si sono mai più fatte sentire. Inoltre, cosa costerebbe ad una nuova agenzia iniziare con l'affidare un piccolo lavoro, farlo rivedere, per poi passare via via a testi più importanti? Mi sembra che questa potrebbe essere una soluzione ragionevole soprattutto per le agenzie non troppo grandi, che sono tra l'altro la maggior parte. È giusto rendersene conto: sono in troppi ad approfittare di questa insolita prassi, che sembra purtroppo stranamente consolidata nel nostro settore


Clap,clap, clap Esatto!!!!


Direct link Reply with quote
 

María José Iglesias  Identity Verified
Italy
Local time: 01:54
Italian to Spanish
+ ...
Un test mirato, non un pezzo di manuale senza contesto Oct 30, 2006

Per verificare le capacità di un traduttore a volte bastano pochissime righe, anche in sole dieci righe purché il test sia fatto bene.
Questo è il punto. A volte si tratta di mettere alla prova un traduttore sottoponendolo alla tortura di dover tradurre un pezzo di manuale tecnico, spesso senza alcun contesto... e senza avere la possibilità nemmeno di sapere di quale macchina si stia parlando!
Qualche buon motivo avrà il cliente quando fa così perché invece i test per i traduttori potrebbero essere ben più brevi, mirati e preparati bene.

Se invece per qualsiasi motivo il cliente ritiene che la prova di traduzione deve essere più lunga, l'opzione resta quella di remunerarla adeguatamente, come una vera e propria traduzione.
Tanto, non è che cambia molto la vita ad una agenzia pagare qualche euro per una prova se dopo questa serve a garantirle la qualità!
Ma certo, ci sono agenzie e agenzie. C'è anche quella per la quale un euro che spende nel bonifico via home-banking è un grande patrimonio! (Ve lo giuro che non esagero!)
Figuriamoci se pensando alla qualità che poi avrà dopo averti provato sarà disposta a pagare magari 15 euro per meno di una cartella di prova!


Direct link Reply with quote
 

Mariella Bonelli  Identity Verified
Local time: 01:54
English to Italian
+ ...
È vero Oct 31, 2006

María José Iglesias wrote:

Per verificare le capacità di un traduttore a volte bastano pochissime righe, anche in sole dieci righe purché il test sia fatto bene.



Ricordo che una volta anni fa la titolare di un'agenzia per testarmi mi ha mandato una sola frase in tedesco da tradurre verso l'italiano. La frase conteneva una classica "trappola" della lingua tedesca che, se tradotta letteralmente, metteva a nudo i limiti del traduttore. L'ho ritenuta molto molto intelligente (se ritrovo la frase ve la scrivo).


Direct link Reply with quote
 

Michèle Ménard  Identity Verified
Italy
Local time: 01:54
French to Italian
+ ...
Questione di punti di vista Oct 31, 2006

Condivido quanto detto da Mariella sul fatto che il test come "prova d'accesso" esiste solo - che io sappia - nel nostro settore. Capisco che un'agenzia voglia avere la certezza di affidare il lavoro a una persona capace, un'esigenza che abbiamo tutti ma che non sempre possiamo assecondare - dovrei andare da un nuovo parrucchiere, mi piacerebbe dirgli che il primo taglio lo considero un test

Seriamente, io credo che in queste situazioni conta molto il modo in cui ci poniamo noi: se siamo sicuri di noi stessi, se ci presentiamo come professionisti e non come giovani traduttori - magari altrettanto bravi, solo non altrettanto esperti - pronti a tutto pur di sfondare la barriera psicologica del "primo lavoro vero", saremo senz'altro i primi a guadagnarci, e non solo economicamente.

Ho passato anche io questa fase non troppo tempo fa per cui parlo con cognizione di causa: non ho mai messo la frase dei test sul curriculum, ma sulle singole e-mail, e anche a me sono piovute prove di ogni genere, lunghi articoli di sociologia, specifiche tecniche di un oggetto non identificato o dettagli di regolamenti di non precisati abbonamenti...

Diffida dei test che hanno troppo a che fare con uno specifico progetto, molte volte si tratta solo di un modo per portare a termine il lavoro gratis, o quasi. Al limite, dichiarati disponibile a sottoporre come ulteriore credenziale all'agenzia qualche tua traduzione fatta in precedenza, magari nello stesso settore del lavoro proposto... io non l'ho mai fatto, ma con un'agenzia seria potrebbe funzionare...


Direct link Reply with quote
 
Pages in topic:   [1 2] >


To report site rules violations or get help, contact a site moderator:


You can also contact site staff by submitting a support request »

Prove e ancora prove

Advanced search






Anycount & Translation Office 3000
Translation Office 3000

Translation Office 3000 is an advanced accounting tool for freelance translators and small agencies. TO3000 easily and seamlessly integrates with the business life of professional freelance translators.

More info »
WordFinder
The words you want Anywhere, Anytime

WordFinder is the market's fastest and easiest way of finding the right word, term, translation or synonym in one or more dictionaries. In our assortment you can choose among more than 120 dictionaries in 15 languages from leading publishers.

More info »



Forums
  • All of ProZ.com
  • Term search
  • Jobs
  • Forums
  • Multiple search