Iva e cliente estero
Thread poster: orne82

orne82
Local time: 14:55
French to Italian
+ ...
Nov 2, 2006

Salve a tutti,
scusate la mia ignoranza, penso che la domanda sia già stata trattata un mucchio di volte. Ecco il mio problema: un cliente estero mi ha proposta una tariffa di X a cartella IVA INCLUSA. Ho sempre lavorato con clienti italiani con ritenuta di acconto. In questo caso, per il cliente estero, quale sarà la tariffa netta? la tariffa X- 20 % ? dovrò versare l'IVA in seguito?
Grazie di cuore
Ornella


Direct link Reply with quote
 

gianfranco  Identity Verified
Brazil
Local time: 09:55
Member (2001)
English to Italian
+ ...
Niente IVA Nov 2, 2006

orne82 wrote:
scusate la mia ignoranza, penso che la domanda sia già stata trattata un mucchio di volte.


Sì. Un mucchio di volte.

orne82 wrote:
... un cliente estero mi ha proposta una tariffa di X a cartella IVA INCLUSA. Ho sempre lavorato con clienti italiani con ritenuta di acconto. In questo caso, per il cliente estero, quale sarà la tariffa netta? la tariffa X- 20 % ?


Per i clienti esteri, sia nell'UE che fuori UE, l'IVA, in generale, non deve essere esposta in fattura. Esistono alcune eccezioni (per esempio, i consumatori finali, ovvero i privati senza una partita IVA locale), per maggiori dettagli vedi la legge IVA oppure effettua una ricerca in questo stesso forum.

La fattura è molto semplice. Deve indicare solo l'importo addebitato per il servizio, senza IVA, senza ritenute d'acconto (il tuo cliente all'estero non può fare i versamenti come sostituto d'imposta) e anche senza il 4% intergrativo per i contributi INPS (i clienti esteri non conoscono questa normativa e la vedono come un addebito extra non pattuito).

Applica semplicemente una tariffa che includa anche questo fattore.

orne82 wrote:
... dovrò versare l'IVA in seguito?


No. Se su questa fattura non applichi IVA, e quindi non la incassi, non devi versare niente all'erario italiano.

Il concetto essenziale è che l'IVA è una partita di giro, in cui noi fungiamo da esattori per conto dello stato, teniamo la contabilità dell'iva addebitata (nelle fatture emesse) e di quella pagata (ai nostri fornitori), e paghiamo il saldo all'erario.

Ne deriva, ovviamente, che se siamo autorizzati a non esporre l'IVA in una fattura (es. cliente estero) non la incassiamo e non dobbiamo niente all'erario.


ciao
Gianfranco


[Edited at 2006-11-02 18:12]


Direct link Reply with quote
 

Jo Macdonald  Identity Verified
Spain
Local time: 14:55
Member (2005)
Italian to English
+ ...
Cliente estero con PIVA o senza PIVA Nov 3, 2006

Ciao Orne,
Io uso questa regola per i clienti esteri:
Se hanno la PIVA non ci va l’Iva sulla fattura – fattura bilingue con intestazione della ditta con loro P.Iva e la dicitura in calce "Fuori campo IVA secondo art. 7, comma 4, lett. D/E/F, DPR 633, 26/10/1972"

Se non hanno la PIVA devi aggiungere l’Iva sulla fattura – fattura bilingue con nome/Indirizzo cliente e scritto (Cliente privato)


Nel secondo caso il privato ti paga L'iva in fattura che tu poi versi allo stato Italiano.


Direct link Reply with quote
 

lanave  Identity Verified
Italy
Local time: 14:55
French to Italian
+ ...
Domande già fatte Nov 4, 2006

E' vero che alcune domande relative all'applicazione dell'IVA sono state ripetute spesso. Eppure spesso si sente la necessità di consultare i più esperti, perché non si riesce ad avere risposte da chi invece dovrebbe essere informato: infatti mi chiedo come far capire ai commercialisti la necessità di informarsi su determinati campi della loro professione.

Constato che pur di avere il maggior numero di clienti possibile non si informano sulle leggi relative a categorie specifiche e diventano invece "tuttologi" non riuscendo così a dare buoni consigli.
Da essere consulenti diventano semplici passacarte.


Direct link Reply with quote
 

gianfranco  Identity Verified
Brazil
Local time: 09:55
Member (2001)
English to Italian
+ ...
Informazioni di base Nov 4, 2006

Bisogna anche dire che i consigli scambiati in questo forum vanno sempre presi con beneficio d'inventario, potrebbero essere esatti oppure totalmente errati. Quindi non occorre fidarsi...

Vorrei anche far notare che esistono in libreria dei libri che sono sufficienti, anche a persone totalmente ignoranti in materia, per formarsi un primo nucleo di informazioni di base.
In questo forum ho visto molte volte persone che non sanno neppure cosa sia l'Iva, o la ritenuta d'acconto, che confondono tutti i concetti, non hanno idea su come fare una fattura e che, in generale hanno gravi lacune di base. Non dico che tutti debbano essere esperti nei casi più complessi di esenzione Iva, regimi speciali o quant'altro, ma occorre saperne abbastanza da riuscire a formulare una domanda precisa, che si tratti di un collega oppure del proprio consulente.

Ovviamente i consulenti tendono un po' a parlare un loro "gergo", non tutti hanno il tempo e la pazienza di spiegare le basi di contabilità e fisco a ogni cliente che gli entra in studio, anzi, non è neppure il loro dovere. Onestamente, io sospetto che molte volte i tanto vituperati consulenti abbiano fornito informazioni corrette e usando termini esatti, ma semplicemente non siano stati capiti dal cliente (ad esempio, un traduttore) perché a tale cliente mancava totalmente ogni riferimento, sia per porre una domanda sensata che per capire la risposta.

Consiglio per chiunque lavora in proprio: entrare in libreria e comprare un paio di libri sui concetti fondamentali di contabilità e tasse. Senza avere la pretesa di diventare specialisti, sono nozioni utili e soldi ben spesi, anche solo per capire quanto leggiamo o quello che dice il commercialista.


ciao
Gianfranco





[Edited at 2006-11-04 18:42]


Direct link Reply with quote
 

lanave  Identity Verified
Italy
Local time: 14:55
French to Italian
+ ...
contabilità for dummies :-) Nov 4, 2006

E' un ottimo consiglio il tuo, Gianfranco, sono d'accordo con te sulla necessità di informarsi.

Per quanto mi riguarda, ho delle informazioni di base che mi permettono di muovermi, nozioni che derivano dal lavoro dipendente. Tuttavia mi rendo conto che per lavorare in proprio è necessario un maggiore approfondimento. Impossibile evitarlo.


Direct link Reply with quote
 


To report site rules violations or get help, contact a site moderator:


You can also contact site staff by submitting a support request »

Iva e cliente estero

Advanced search






CafeTran Espresso
You've never met a CAT tool this clever!

Translate faster & easier, using a sophisticated CAT tool built by a translator / developer. Accept jobs from clients who use SDL Trados, MemoQ, Wordfast & major CAT tools. Download and start using CafeTran Espresso -- for free

More info »
TM-Town
Manage your TMs and Terms ... and boost your translation business

Are you ready for something fresh in the industry? TM-Town is a unique new site for you -- the freelance translator -- to store, manage and share translation memories (TMs) and glossaries...and potentially meet new clients on the basis of your prior work.

More info »



Forums
  • All of ProZ.com
  • Term search
  • Jobs
  • Forums
  • Multiple search