La mai commercialista controlla il mio conto in banca ... ha ragione a farlo?
Thread poster: Sergio Paris

Sergio Paris  Identity Verified
Italy
Local time: 14:35
German to Italian
+ ...
Jan 5, 2007

DISCLAIMER: DICHIARAZIONE DI NON RESPONSABILITA' DELLE INFORMAZIONI CONTENUTE NEL SEGUENTE FORUM.

Cari colleghi, care colleghe,

secondo la nuova legge finanziaria tutti i liberi professionisti sono tenuti a consegnare trimestralmente l'estratto conto bancario al proprio consulente fiscale, il quale a sua volta dovrà controllare le varie entrate ed uscite del conto in base alle fatture e a tutte le attività della propria professione. In teoria quindi si dovrebbero avere due conti correnti, uno personale e l'altro professionale.

Questa mattina sono stato quasi un'ora al telefono con la mia commercialista che mi chiedeva di spiegare meglio le varie voci dell'estratto conto che non si riferivano a fatture; come ad esempio i prelievi di soldi in contante tramite sportello o bancomat, i pagamenti con carta di credito, gli assegni ecc...

Tutto questo ovviamente per controllare che non ci siano nel proprio conto giri loschi o entrate in nero. Di certo non andrò ad aprire un altro conto date le elevate spese di gestione dei conti correnti bancari; ma dovrò comunque giustificare le varie entrate e/o uscite del mio conto la cui causale non viene specificata nell'estratto conto stesso. Insomma un'altra trafila burocratica da aggiungere alle altre che siamo costretti ad affrontare ogni giorno. Lascio a voi commentare, considerando che forse i traduttori e gli interpreti sono gli unici che finora hanno sempre fatturato e dichiarato l'effettivo guadagno, altrimenti come poter riscuotere da clienti lontani dalla propria sede di lavoro?

Sarei contento di sapere cosa ne pensate a tal proposito.

Cordiali saluti

Sergio


[Edited at 2007-01-05 17:32]

[Subject edited by staff or moderator 2007-01-05 18:36]

[Subject edited by staff or moderator 2007-01-05 18:36]


Direct link Reply with quote
 

Agnès Levillayer
Italy
Local time: 14:35
Italian to French
+ ...
Non mi risulta Jan 5, 2007

Sergio Paris wrote:
secondo la nuova legge finanziaria tutti i liberi professionisti sono tenuti a consegnare trimestralmente l'estratto conto bancario al proprio consulente fiscale,

In quale articolo e comma della legge finanziaria leggi questo obbligo?

...il quale a sua volta dovrà controllare le varie entrate ed uscite del conto in base alle fatture e a tutte le attività della propria professione. In teoria quindi si dovrebbero avere due conti correnti, uno personale e l'altro professionale.


Io ho trovato le seguenti informazioni:
www.supermercato.it/Documenti/estrattogigmanovrabis.pdf
L’obbligo del conto corrente
L’obbligo, per i soggetti visti prima, di tenere uno o più conti correnti bancari o postali, ai quali far affluire le somme riscosse nell’esercizio dell’attività e dai quali sono effettuati i prelevamenti per il pagamento delle spese, non impone anche che tali conti debbano essere esclusivamente “dedicati”, cioè utilizzati solo a fini professionali. Inoltre, non è stato previsto che i movimenti del conto corrente siano da evidenziare in contabilità. Di conseguenza, nulla vieta che il conto utilizzato a scopi professionali possa essere utilizzato anche per fini privati. Se si utilizza un conto unico sia per la sfera professionale che per quella privata, quindi, dal conto possono essere prelevati i fondi per il pagamento sia delle spese professionali che di quelle private. Nota bene
Come dichiarato nella C.m. n. 28/E del 4 agosto 2006, “la eventuale annotazione nei conti di operazioni riconducibili nella sfera familiare o extra – professionale non è di ostacolo alla corretta applicazione della norma di cui all’articolo 32, primo comma, n. 2), del DPR n. 600 del 1973, secondo cui anche i “prelevamenti” dai predetti conti sono presi a base della rettifica come “compensi” qualora il contribuente non dimostri che gli stessi non hanno rilevanza ai fini della determinazione del reddito. Invero, i contribuenti interessati possono ritenersi sollevati dall’onere di fornire la predetta dimostrazione in relazione a prelievi che, avuto riguardo all’entità del relativo importo ed alle normali esigenze personali o familiari, possono essere ragionevolmente ricondotte nella gestione extra – professionale.”
Il problema della contabilità
Nella normativa analizzata in questa sede, non esiste alcuna regola che imponga a tutti, oltre alla movimentazione di conti correnti, anche la tenuta della contabilità ordinaria dei movimenti finanziari del professionista. Da ciò ne deriva che i contribuenti minori, che utilizzano il regime di contabilità semplificata o che utilizzano il sistema forfetario, non sono tenuti a registrare in contabilità le movimentazioni bancarie.


Direct link Reply with quote
 

Sergio Paris  Identity Verified
Italy
Local time: 14:35
German to Italian
+ ...
TOPIC STARTER
...non che sia un obbligo... Jan 5, 2007

Ciao Agnès,

non intendevo dire che è un obbligo, ma si cerca comunque di monitorare l'andamento delle entrate e delle uscite dei liberi professionisti che aihmè "per tradizione" sono ritenuti i maggiori evasori fiscali in Italia. Tutto è partito dal famoso quesito "come mai un dentista guadagna poco più di facchino?"...tanto per citare una delle tante libere professioni che a detta di molti dichiarano meno di altri...non me ne vogliano i dentisti in ascolto !!! Comunque come ho già detto, i traduttori e gli interpreti sono forse gli unici che finora hanno sempre fatturato e dichiarato l'effettivo guadagno, altrimenti come riusciamo a riscuotere dai clienti che si trovano lontano dalla nostra sede di lavoro senza emettere una fattura? E ditemi quale agenzia italiana o straniera non vorrebbe una fattura, dato che essa stessa dovrà emetterne una e quindi dovrà essa stessa pagare le relative tasse?

Ma veramente non è stato chiesto a nessuno di voi l'estratto conto bancario?

Ciao


Direct link Reply with quote
 

sabina moscatelli  Identity Verified
Italy
Local time: 14:35
Member (2004)
German to Italian
+ ...
Che tutti i traduttori/interpreti fatturino... Jan 5, 2007

è una certezza che lascio a te

Direct link Reply with quote
 

Sergio Paris  Identity Verified
Italy
Local time: 14:35
German to Italian
+ ...
TOPIC STARTER
...in linea di principio.... Jan 5, 2007

Ciao Sabina,

credo comunque che in linea di principio la nostra categoria evada meno di altre professioni !!!

Saluti


Direct link Reply with quote
 

Angela Arnone  Identity Verified
Local time: 14:35
Member (2004)
Italian to English
+ ...
"essere tenuto" è sinonimo di "essere obbligati a" Jan 5, 2007

Caro Sergio,
se tu scrivi "secondo la nuova legge finanziaria tutti i liberi professionisti sono tenuti a consegnare trimestralmente l'estratto conto bancario al proprio consulente fiscale" vuol dire che siamo obbligati.

Quindi se non siamo tenuti allora non esite l'obbligo e la tua preoccupazione si può tranquillamente archiviare.
Anzi, se posso offrire un modesto consiglio ... per evitare di gettare nel panico più totale molti di noi (come hai fatto con me poco fa), ti invito a editare il tuo post radicalmente.

Poi, se vuoi sapere come la penso sul tuo commercialista .... cambialo. Quello che fa è un sopruso.
Saluti
Angela


Sergio Paris wrote:

Ciao Agnès,

non intendevo dire che è un obbligo, ma si cerca comunque di monitorare l'andamento delle entrate e delle uscite dei liberi professionisti che aihmè "per tradizione" sono ritenuti i maggiori evasori fiscali in Italia. Tutto è partito dal famoso quesito "come mai un dentista guadagna poco più di facchino?"...tanto per citare una delle tante libere professioni che a detta di molti dichiarano meno di altri...non me ne vogliano i dentisti in ascolto !!! Comunque come ho già detto, i traduttori e gli interpreti sono forse gli unici che finora hanno sempre fatturato e dichiarato l'effettivo guadagno, altrimenti come riusciamo a riscuotere dai clienti che si trovano lontano dalla nostra sede di lavoro senza emettere una fattura? E ditemi quale agenzia italiana o straniera non vorrebbe una fattura, dato che essa stessa dovrà emetterne una e quindi dovrà essa stessa pagare le relative tasse?

Ma veramente non è stato chiesto a nessuno di voi l'estratto conto bancario?

Ciao


[Edited at 2007-01-05 15:36]


Direct link Reply with quote
 

Sergio Paris  Identity Verified
Italy
Local time: 14:35
German to Italian
+ ...
TOPIC STARTER
...non era mia intenzione... Jan 5, 2007

Ciao Angela,

non era sicuramente mia intenzione mettere in panico né te né i tanti colleghi in ascolto. Stavo solo riferendo una problematica personale che credo possa essere di pubblico interesse. Come ha riportato Agnès nella sua risposta, tra le varie novità per i professionisti introdotte dal D.L. n. 223/2006, rilevante è l’obbligo di rendere sempre e comunque tracciabile il flusso di denaro che costituisce il compenso dei professionisti per prestazioni erogate nei confronti della clientela. Ecco quindi da cosa viene la richiesta dell'estratto conto bancario da parte della mia consulente fiscale. Che questo sia un vero proprio "sopruso" per non dire violazione della "privacy" in senso stretto (anche se secondo la recente normativa sulla privacy il consulente fiscale viene incaricato al trattamento dei nostri dati personali, sensibili e quindi contabili) sono pienamente d'accordo. Ecco perchè ho deciso di aprire un filone di discussione per sapere se a qualcuno di voi era già capitato di dover consegnare l'estratto conto bancario al proprio consulente.

Scusa la mia ingenuità, ma cosa intendi per "editare radicalmente"? Che dovrei cancellare del tutto il mio post?

Grazie comunque per il tuo intervento !!!

Saluti


Direct link Reply with quote
 

Christel Zipfel  Identity Verified
Member (2004)
Italian to German
+ ...
Fai un bel disclaimer, bene in vista! Jan 5, 2007

Sergio Paris wrote:

Scusa la mia ingenuità, ma cosa intendi per "editare radicalmente"? Che dovrei cancellare del tutto il mio post?




E segui anche l'altro consiglio di Angela, cambia la tua commercialista

Si sa che in Italia non ci sono forse due commercialisti che interpretino le leggi allo stesso modo (e poi probabilmente non è neanche colpa loro, ma delle leggi). Ma la tua mi sembra davvero mooolto, troppo stravagante!

Non me ne volere, Sergio, ciao!


Direct link Reply with quote
 

Sergio Paris  Identity Verified
Italy
Local time: 14:35
German to Italian
+ ...
TOPIC STARTER
...hai ragione... Jan 5, 2007

Ciao Christel,

grazie per il tuo intervento. A questo punto vorrei andare a fondo e capire se quello che sta facendo la mia consulente sia legale o meno. Credo proprio che sia proprio una bella gatta da pelare.

Grazie ancora e buona serata !!!

Sergio

P.S. Ho aggiunto una dichiarazione di non responsabilità all'inizio del filone di discussione.

[Edited at 2007-01-05 17:34]


Direct link Reply with quote
 

Angela Arnone  Identity Verified
Local time: 14:35
Member (2004)
Italian to English
+ ...
Andavo di corsa ma ci tenevo a precisare ... Jan 5, 2007

Sergio, il tuo primo post indicava che dobbiamo tutti portare l'estratto conto al nostro commercialista e farlo spulciare ben bene.
Non è così.
Quando ho letto ciò che fa il tuo ... ho chiamato il mio e me lo sono mangiato.... perché non me l'hai detto? Da quando si fa questa roba? Ecc ecc ecc.
Mi ha risposto che NON SI FA e l'obbligo è semplicemente come dice Agnès.
Mi era venuto un coccolone. E non solo a me.
In questo senso intendo che dovresti, gentilmente, dare voce alla tua perplessità come tale. Perplessità. Non come "tenuto a".

Se vuoi "metterti in regola" senza spendere troppo, vai in una qualsiasi banca che in questo periodo fa delle promozioni, ti apri un bel conto per piccole imprese e fai pagare le tue fatture su quel conto e fai le tue spese da quel conto e usalo per saldare l'F24.
Io l'ho fatto a fine anno. Un bel conto desk top che mi costa
la modica cifra di 5 euro al mese e mi evita di andare in banca (Bancomat gratis, operazioni da casa gratis).
Se posso fare pubblicità, ho usato UNICREDIT ma so che ce ne sono tanti in giro.
L'altro conto lo continui a usare per le altre spese personali.
E al commercialista dici di comperarsi la Settimana enigmistica se non sa come riempire le serate (e immagino che il servizio di spulciamento non te lo offre gratis?).
Un abbraccio
Angela


Sergio Paris wrote:

Ciao Christel,

grazie per il tuo intervento. A questo punto vorrei andare a fondo e capire se quello che sta facendo la mia consulente sia legale o meno. Credo proprio che sia proprio una bella gatta da pelare.

Grazie ancora e buona serata !!!

Sergio

P.S. Ho aggiunto una dichiarazione di non responsabilità all'inizio del filone di discussione.

[Edited at 2007-01-05 17:34]



[Edited at 2007-01-05 18:35]


Direct link Reply with quote
 

Laura Gentili  Identity Verified
Italy
Local time: 14:35
Member (2003)
English to Italian
+ ...
La mia opinione Jan 5, 2007

Sergio,
forse la tua commercialista vuol solo esserti d'aiuto. Avendo tu un conto promiscuo, la rintracciabilità delle varie voci diventa più complessa.
Anch'io ho aperto un conto business appoggiato al mio conto personale (a zero spese presso la mia banca fino al 2010, ossia, come ha detto l'impiegato, fino a fine legislatura), con il quale mi riprometto di pagare l'F24 e sul quale mi riprometto di convogliare le entrate.

La mia commercialista, però, non mi ha detto niente (e si tratta di uno studio di fiscalisti fra i più rinomati di Milano...)


Laura


Direct link Reply with quote
 

lanave  Identity Verified
Italy
Local time: 14:35
French to Italian
+ ...
C/C promiscui Jan 5, 2007

Ciao a tutti,

che io sappia se in possesso di conti correnti promiscui non si ha l'obbligo di far controllare preventivamente un bel niente. Sono infatti sufficienti le ricevute di eventuali movimenti.

Si consegnano gli estratti conto solo se si intende far contabilizzare anche le spese di tenuta conto. Per quanto mi riguarda, visto che sono irrisorie, preferisco piuttosto conservarmi la mia privacy.

Cercherò di fornire prove a supporto di quanto ho appena affemato.

Altra storia per i c/c aziendali, ma in questo caso non sono informata.

A prestissimo.
Anna

[Edited at 2007-01-05 19:53]


Direct link Reply with quote
 

Agnès Levillayer
Italy
Local time: 14:35
Italian to French
+ ...
documentare le spese bancarie che si vuole dedurre Jan 5, 2007

Di obbligo non se ne parla minimamente come gia segnalato nel mio primo intervento (l'Agenzia delle Entrate l'ha precisato nella circolare 28/E del 4 agosto 2006) e questo aspetto è quindi archiviato.
Tuttavia, i "scrupoli" del commercialista di Sergio, vogliamo essere benevoli, potrebbero essere legati alla volonta di proteggersi rispetto ai nuovi provvedimenti del maxi emendamento in materia di lotta all'evasione e al riciclaggio...

Immagino che siamo tutti in contabilità semplificata e non ordinaria comunque è interessante sentire cosa dicono i commercialisti nei loro forum :
http://forum.commercialistatelematico.com/showthread.php?t=81
(vi invito soprattutto a leggere l'intervento n°17 alla pag. 2 del thread in questione)

Personalmente, aspetterò, semmai, che sia la polizia fiscale (loro si, possono!) a chiedermi l'estratto conto del mio c/c promiscuo... Non avendo ricchi ammiratori che lo alimentano con somme ingenti di fonte dubbia e nemmeno spese ingiustificabili (anche se mio marito non è sempre di questo parere), credo che posso dormire tranquilla.


Direct link Reply with quote
 

Sergio Paris  Identity Verified
Italy
Local time: 14:35
German to Italian
+ ...
TOPIC STARTER
...forse si tratta semplicemente di una forma di tutela personale... Jan 6, 2007

Care Angela, Laura, Anna e Agnès,

confrontandomi con altri colleghi non proziani e con un mio amico commercialista sono giunto alla conclusione che, come diceva Laura, si tratta semplicemente di una forma di autotutela. Dato che, in caso di controllo da parte della guardia di finanza, sarà la mia commercialista ad essere soggetta ad eventuale revisione, vuole tutelarsi personalmente da eventuali magagne che potrebbero insorgere. Sta di fatto che secondo questo mio amico l’obbligo di tenere uno o più conti correnti bancari o postali, ai quali far affluire le somme riscosse nell’esercizio dell’attività e dai quali sono effettuati i prelevamenti per il pagamento delle spese, non impone anche che tali conti debbano essere esclusivamente “dedicati”, cioè utilizzati solo a fini professionali. Inoltre, non è stato previsto che i movimenti del conto corrente siano da evidenziare in contabilità. Di conseguenza, nulla vieta che il conto utilizzato a scopi professionali possa essere utilizzato anche per fini privati. Se si utilizza un conto unico sia per la sfera professionale che per quella privata, quindi, dal conto possono essere prelevati i fondi per il pagamento sia delle spese professionali che di quelle private. Infatti la mia commercialista mi ha detto ieri al telefono di darle l'estratto conto evidenziando con la dicitura "personale" quello che non riguarda la mia attività, dato che le altre entrate vengono ben descritte, trattandosi di bonifici da parte dei miei clienti...ma ragionando a posteriori ho il dubbio che in qualche modo i movimenti del mio conto corrente vengano evidenziati in contabilità....credo proprio che lunedì sarà il caso di fare una bella telefonata alla mia commercialista per capire se stia facendo un controllo "benevolo", come dice Laura, o se proprio stia procedendo ad una vera e propria contabilizzazione dei miei movimenti bancari.

Vi terrò aggiornate quanto prima. Buona Epifania a tutti voi !!!

Sergio


[Edited at 2007-01-06 09:33]


Direct link Reply with quote
 


To report site rules violations or get help, contact a site moderator:


You can also contact site staff by submitting a support request »

La mai commercialista controlla il mio conto in banca ... ha ragione a farlo?

Advanced search






WordFinder
The words you want Anywhere, Anytime

WordFinder is the market's fastest and easiest way of finding the right word, term, translation or synonym in one or more dictionaries. In our assortment you can choose among more than 120 dictionaries in 15 languages from leading publishers.

More info »
SDL MultiTerm 2017
Guarantee a unified, consistent and high-quality translation with terminology software by the industry leaders.

SDL MultiTerm 2017 allows translators to create one central location to store and manage multilingual terminology, and with SDL MultiTerm Extract 2017 you can automatically create term lists from your existing documentation to save time.

More info »



Forums
  • All of ProZ.com
  • Term search
  • Jobs
  • Forums
  • Multiple search