Pages in topic:   [1 2 3 4 5] >
Off topic: i nuovi trentenni: generazioni di Peter Pan?
Thread poster: Graziano Scaldaferri
Graziano Scaldaferri
Local time: 19:24
English to Italian
Jul 24, 2007

Pochi giorni fa, durante un viaggio in treno, ho notato due scene che mi hanno particolarmente colpito: un uomo di almeno trentacinque anni leggeva avidamente l'ultimo libro di Harry Potter; due sedili più avanti, una ragazza di almeno venticinque anni guardava col suo dvd portatile La marcia dei pinguini.

Stamattina, nel forum Proz.com suggestion, ho notato la richiesta di un signore di aprire qui su Proz un forum privato anche lui su Harry Potter.

Non sarà ora di crescere?


Direct link Reply with quote
 

Paola Dentifrigi  Identity Verified
Italy
Local time: 19:24
Member (2003)
English to Italian
+ ...
Però... Jul 24, 2007

Il sig. Narasimhan Raghavan sembra avere un po' più di 30 anni
Paola


Direct link Reply with quote
 

Elena Bellucci
Local time: 19:24
Member (2003)
English to Italian
+ ...
... Jul 24, 2007

Beh, crescere non necessariamente vuol dire invecchiare



[Edited at 2007-07-24 06:56]


Direct link Reply with quote
 

Sarah Ponting  Identity Verified
Italy
Local time: 19:24
Italian to English
+ ...
Cosa c'entra? Jul 24, 2007

Graziano Scaldaferri wrote:

Pochi giorni fa, durante un viaggio in treno, ho notato due scene che mi hanno particolarmente colpito: un uomo di almeno trentacinque anni leggeva avidamente l'ultimo libro di Harry Potter; due sedili più avanti, una ragazza di almeno venticinque anni guardava col suo dvd portatile La marcia dei pinguini.

Non sarà ora di crescere?


La Marcia dei Pinguini non è un film per bambini, ma un bellissimo documentario. Non capisco perché guardarlo sul dvd portatile sarebbe infantile. E anche se i libri di Harry Potter sono effettivamente stati scritti per bambini, sono divertenti e amati da un vasto pubblico di tutte le età. Non capisco il riferimento alla generazione dei trentenni, perché entrambi i titoli di cui parli hanno fan di tutte le età (mio padre, che ha 66 anni, sta leggendo l'ultimo libro di Harry Potter adesso, ma non mi sembra che abbia bisogno di crescere!). Se decidi di bollare certi film/libri come adatti solo per bambini, ti può capitare di perdere dei capolavori (come La Marcia dei Pinguini, appunto). Preferisco mantenere una mentalità più aperta, senza etichettare né i film/libri né chi li guarda/legge. Forse chi fa il contrario ha bisogno di crescere.

Ciao


[Edited at 2007-07-24 07:18]


Direct link Reply with quote
 

Marie-Hélène Hayles  Identity Verified
Local time: 19:24
Italian to English
+ ...
D'accordo Jul 24, 2007

Conosco una nonna di 81 anni che sta leggendo Harry Potter... e non ai suoi nipoti. Ha bisogno di crescere pure lei? Non credo affatto.

[Edited at 2007-07-24 07:12]


Direct link Reply with quote
 
Lorenzo Lilli  Identity Verified
Local time: 19:24
German to Italian
+ ...
i miei 2 cent Jul 24, 2007

Come prossimo trentenne mi sento chiamato in causa, anche perché proprio ieri ho visto il quinto film di Harry Potter e in questi giorni leggerò il settimo libro Secondo me il loro successo è dovuto al fatto che offrono diversi livelli di lettura (come molti altri libri, film o perfino cartoni animati): i bambini coglieranno quello più superficiale, gli adulti anche quello più profondo. Inoltre il contenuto dei libri si è evoluto di pari passo con la personalità dei protagonisti, ancora bambini nel primo paio di episodi, poi adolescenti e ormai quasi adulti.
Non ho visto La marcia dei pinguini, quindi non mi pronuncio.
Sul fatto che più in generale la mia generazione possa essere affetta dalla sindrome di Peter Pan si potrebbe scrivere un'enciclopedia, non mi sembra questa la sede


Direct link Reply with quote
 

Gianni Pastore  Identity Verified
Italy
Local time: 19:24
Member (2007)
English to Italian
Scusami Jul 24, 2007

Graziano Scaldaferri wrote:

un uomo di almeno trentacinque anni leggeva avidamente l'ultimo libro di Harry Potter

Non sarà ora di crescere?


ma magari il trentacinquenne ha tre figli e si fa un mazzo così dalla mattina alla sera per dargli da mangiare e vuole solo staccare un po' la spina leggendo Potter. Per contro, c'è gente che legge il Sole24 ore e non si prende una responsabilità neanche se gliela caricano sulle spalle. Chi è il vero Peter Pan?


Direct link Reply with quote
 

Cristina Mazzucchelli  Identity Verified
Italy
Local time: 19:24
English to Italian
+ ...
Sono d'accordissimo con Lorenzo... Jul 24, 2007

... quasi trentenne e fansissima di Harry Potter mi sento chiamata in causa anche io.
Credo che la "maturità" o la "voglia di crescere" dei trentenni di oggi debba essere giudicata da ben altri fattori, non fermandosi alla voglia di svagarsi a cui tutti (anche i nonni di 80 anni) hanno diritto!

Buona giornata a tutti,

Cristina


Direct link Reply with quote
 

Catherine Bolton  Identity Verified
Local time: 19:24
Member (2002)
Italian to English
+ ...
Meglio nascondere quei libri... Jul 24, 2007

Graziano Scaldaferri wrote:

Pochi giorni fa, durante un viaggio in treno, ho notato due scene che mi hanno particolarmente colpito: un uomo di almeno trentacinque anni leggeva avidamente l'ultimo libro di Harry Potter; due sedili più avanti, una ragazza di almeno venticinque anni guardava col suo dvd portatile La marcia dei pinguini.

Stamattina, nel forum Proz.com suggestion, ho notato la richiesta di un signore di aprire qui su Proz un forum privato anche lui su Harry Potter.

Non sarà ora di crescere?


Allora meglio che mettiamo via libri come "The Lion, the Witch and the Wardrobe", tanto, chi sarà mai quel tale ... C. S. Lewis?. Stesso dicasi per "Alice in Wonderland". Dopo tutto Lewis Carroll va letto sotto i 10 anni, no?
Meglio leggere, che so, romanzi rosa o i "capolavori" della Littizzetto.
Non sarà certo per colpa di Harry Potter se qualche trentenne soffre della sindrome di Peter Pan.
Tu, piuttosto, cosa leggi nel tuo tempo libero?
Catherine


Direct link Reply with quote
 
Graziano Scaldaferri
Local time: 19:24
English to Italian
TOPIC STARTER
Cara signora Catherine, Jul 24, 2007

innanzitutto avrebbe potuto risparmiarsi il tono piccato della risposta. Tra persone civili si dovrebbe ragionare rispettando le opinioni di tutti, anche quando non si è d'accordo.

Seconda cosa, dal mio post è chiaro che non ho mai criticato la qualità artistica di J.K. Rowling, Lewis Carroll e simili.

Il mio autore preferito, se proprio vuole saperlo, è Fedor Dostoevskij. Romanzi come Delitto e Castigo e I Demoni mi sembra abbiano messaggi più articolati e complessi di Harry Potter.

Ma non ho aperto questo topic per vantarmi del fatto che io leggo Dostoevskij e un altro legge Harry Potter, anche perchè non penso che sia motivo di vanto.

Quello che mi ha spinto a fare questa osservazione (ripeto, osservazione, non giudizio) è la constatazione che nella nostra società cresce sempre di più la cultura di evasione (di cui Harry Potter e pinguini sono due manifestazioni). Secondo voi quanti degli adulti che hanno letto Harry Potter hanno visto il documentario sui cambiamenti climatici di Al Gore?

La mia impressione è che si preferisca ficcare la testa sotto la sabbia piuttosto che affrontare i problemi reali della società.

Per carità, non voglio dire che se uno legge Harry Potter non è informato su nient'altro. Ma quando un adulto apre un forum privato su Harry Potter, oppure un trekkie spende 80 euro per partecipare a quelle giornate che celebrano Star Wars che adesso sono arrivate anche in Europa, in questi casi, scusate, a me viene da pensare che un po' si stia esagerando.


Direct link Reply with quote
 

Sarah Ponting  Identity Verified
Italy
Local time: 19:24
Italian to English
+ ...
Ma hai visto il film di cui scrivi? Jul 24, 2007

Graziano Scaldaferri wrote:

Quello che mi ha spinto a fare questa osservazione (ripeto, osservazione, non giudizio) è la constatazione che nella nostra società cresce sempre di più la cultura di evasione (di cui Harry Potter e pinguini sono due manifestazioni).


Mi viene il dubbio, perché un documentario naturalistico sulla vita dura e sorprendente dei pinguini imperatori non rientra, secondo me, nella "cultura di evasione". Forse lo stai confondendo con qualcosa di più "leggero"? Altrimenti, mi spieghi come fai a classificarlo in quel modo?


Direct link Reply with quote
 

Catherine Bolton  Identity Verified
Local time: 19:24
Member (2002)
Italian to English
+ ...
Giudizi... Jul 24, 2007

Graziano Scaldaferri wrote:

Secondo voi quanti degli adulti che hanno letto Harry Potter hanno visto il documentario sui cambiamenti climatici di Al Gore?



Questo non lo sappiamo, e mi pare azzardato esprimere giudizi del genere. Che ne sappiamo? Magari sono più informati della maggior parte della populazione.
Per esempio, la persona che mi ha parlato di Harry Potter, quando uscì il primo libro, è una professoressa che lavora con ragazzi particolarmente intelligenti presso una scuola. Lei stessa ha trovato paralleli con la serie di C.S. Lewis.
Inoltre, sappi che la persona che ha aperto il forum su Harry Potter (solo su invito, tra l'altro, e quindi nessuno è costretto a leggerlo) è un signore molto intelligente e ben rispettato in questa comunità.
Se rileggi bene il mio posting, vedrai che non c'è niente di "piccato" nella mia risposta. Tra l'altro, non so se sei nuovo a Proz, ma non c'è bisogno di usare "signora" o "signore" tra colleghi qui.
Catherine


Direct link Reply with quote
 
xxxStefyElba
Local time: 19:24
English to Italian
+ ...
Dipende... Jul 24, 2007

io personalmente leggo e colleziono manga da quasi 10 anni e non ho intenzione di smettere...
Per chi non lo sapesse, i manga sono i fumetti giapponesi e sono l'unico momento della giornata in cui stacco la spina da tutto e da tutti... per 15 minuti...
Quando si ha una passione, poi si è disposti pure a spendere qualche soldo in più...
Io colleziono tante di quelle testate che l'edicola sotto casa campa quasi solo con me...
Questo non vuol dire però che non sia interessata anche ad altre questioni molto più importanti...
Io credo che quei momenti in cui riesci a staccare un pò la spina siano importantissimi...
E se in un viaggio in treno qualcuno vuole portarsi una lettura poco impegnativa o guardare un film non troppo serio... non ci vedo assolutamente niente di male...


Direct link Reply with quote
 

Andrea Bertocchi  Identity Verified
Italy
Local time: 19:24
German to Italian
chissà quale libro avranno letto o quale film avranno visto il giorno dopo... Jul 24, 2007

Ciao a tutti,

mi sembra che qui si stia un po' esagerando con giudizi ed etichette che si basano su dati perlomeno scarsi...

io non ho ancora trent'anni, ma mi sento chiamato in causa comunque

poche settimane fa ero alla fenice a sentire una magistrale interpretazione del siegfried di wagner...

... due giorni dopo ero a gardaland...

la mia ragazza legge harry potter...

...e libri in tedesco sul sanscrito...

sono così inconciliabili le due cose?
c'è una cultura di evasione buona e una "marcia"?
e soprattutto, basta uno sguardo per capire l'essenza di una persona?

personalmente credo che l'importante sia non avere pregiudizi nei confronti di niente e di nessuno, trovo molto più fastidiosa la supponenza di molti frequentatori dell'opera che si credono "gente di un certo livello" piuttosto che la genuinità di persone che si divertono altrimenti

non mi piace un determinato genere lettererario/cinematografico? nessuno mi obbliga, impiegherò il mio tempo altrimenti

uno dei miei film preferiti è "cidade de deus" (non proprio un blockbuster) ma mi diverto anche a vedere harry potter o le cronache di narnia

non credo di poter giudicare qualcuno solo sulla base dei suoi gusti diversi

credo ci siano indicatori ben più affidabili per farsi un'idea su una persona, o no?

sulla generazione di peter-pan si potrebbe discutere a lungo, come ha già detto qualcuno, ma forse i sintomi vanno ricercati altrove...


Andrea


Direct link Reply with quote
 
Deschant
Local time: 18:24
Risposta Jul 24, 2007

Ho 26 anni. Non ho ancora comprato Harry Potter perché ho tanto da fare (traduzioni ed altro) e so che questo libro mi rubberebbe una quantitá immensa di ore, ma quando avró un po' di tempo lo compreró (cosí come ho fatto con gli altri libri della serie) e demanderó al sig. Narasimhan di includermi nel suo foro privato.

Devo crescere pure io? Nell'ultimo mese ho letto Moravia, Proust, Heinrich Böll, dei libri sulla storia della Spagna, i Balcani ed Africa. Sí, anche a me piaciono i messaggi articolati e complessi. Ma mi piace anche Harry Potter. Non metterei JK Rowling allo stesso livello di quelli autori che ho menzionato ma mi piace leggerla. Questo mi condanna per sempre?

Mi ricordo inoltre che il quinto libro della serie, quando é stato pubblicato nel 2004 (in Spagna), mi ha colpita per l'attualitá del suo argomento al riguardo della situazione politica internazionale di quelli tempi. Non ho dei figli né ho mai insegnato, ma credo che questo libro potrebbe essere un ottimo punto di partenza per andare oltre la trama e comprendere un po' meglio qualche aspetti della situazione del mondo "reale".

Non lo so se sei consapevole anche che la divisione letteratura infantile/ letteratura per adulti non é poi cosí ovvia e chiara come puó sembrare. I racconti dei fratelli Grimm, tante leggende e conti popolari... non sono stati nati né trasmessi come letteratura infantile, bensí come intrattenimento per tutte le età. I cambiamenti nella societá hanno fatto sí che tanto materiale popolare venisse confinato ai confini della "letteratura infantile". Per i nosti antennati sicuramente questa differenza non esisteva o non era cosí chiara, dovrebbero crescere pure loro?

Saluti,
Eva


Direct link Reply with quote
 
Pages in topic:   [1 2 3 4 5] >


To report site rules violations or get help, contact a site moderator:


You can also contact site staff by submitting a support request »

i nuovi trentenni: generazioni di Peter Pan?

Advanced search






Across v6.3
Translation Toolkit and Sales Potential under One Roof

Apart from features that enable you to translate more efficiently, the new Across Translator Edition v6.3 comprises your crossMarket membership. The new online network for Across users assists you in exploring new sales potential and generating revenue.

More info »
Anycount & Translation Office 3000
Translation Office 3000

Translation Office 3000 is an advanced accounting tool for freelance translators and small agencies. TO3000 easily and seamlessly integrates with the business life of professional freelance translators.

More info »



Forums
  • All of ProZ.com
  • Term search
  • Jobs
  • Forums
  • Multiple search