Pages in topic:   [1 2] >
Formarsi come traduttore
Thread poster: Ingegnere
Ingegnere
Local time: 05:03
English to Italian
+ ...
Dec 4, 2007

Salve,
sono entrato in contatto con il mondo dei traduttori a viva forza. Una zia traduttrice mi ha chiesto di darle una mano con uno testo tennico per un importante azienda londinese da quel momento ho inanellato altre quattro o cinque traduzioni, sempre tecniche. Sono un laureando in ingegneria elettrica.
Tra l'alto ho notato degli strafalcioni imperdonabili su alcuni testi che erano già stati tradotti, ed alcuni che erano già passati dalle mani di un proof-reader!
Insomma ho annusato l'aria ed ho capito che quando si parla di particolari ambiti ingegneristici dove il documento presuppone un lettore che abbia competenze scientifiche piuttosto congrue può diventare un vero problema la sua traduzione da parte di un traduttore che si sia formato in un mondo accdemico che volenti o nolenti è comunque di tipo umanistico.

Partendo dal fatto che immagino ci siano altri traduttori che abbiano magari una laurea in ambito scientifico oltre quella di traduttore mi domandavo se sapeste darmi qualche ragguaglio circa una scuola di traduzione NON UNIVERSITARIA (vi ricordo che in Italia non si può essere iscritti a più di un corso di laurea) che possa formarmi e permettermi di avere un attestazione accettata nel mondo lavorativo dei traduttori.

Il mio livello corrente in lingua inglese in livelli CEFR è il C1.1 (Level4 o advanced1) ottentuto superando due esami di lingua tecnica presso la facoltà del mio politecnico. Con un altro esame potrei raggiungere il livello CAE del Cambridge ma non credo serva a molto visto che è nello stesso livello C del CEFR.

Salve a tutti.


Direct link Reply with quote
 
xxxNicoletta F
Local time: 05:03
English to Italian
Qualche consiglio... Dec 4, 2007

Posso darti i primi due consigli spassionati che mi vengono in mente:
1- Le facoltà umanistiche aiutano ad avere una buona (si spera ottima) conoscenza della lingua target, specie quando si è madrelingua... (sic)
2- Il proofreading serio dovrebbe essere fatto proprio da persona competente nella materia che viene tradotta, a parte correzioni stilistiche, sintattiche, grammaticali.
3- Traduci veramente verso il latino? (curiosità...)


Direct link Reply with quote
 

A_Nespoli  Identity Verified
Italy
Local time: 05:03
Member (2007)
German to Italian
+ ...
qualche consiglio(2) Dec 4, 2007

guarda io ho iniziato a tradurre quando mi mancavano pochi esami per raggiungere la laurea in ingegneria e poi le cose sono andate in modo tale che ho continuato a tradurre e sospeso l'università...quindi credo di poterti rispondere adeguatamente.

Non credo che esistano corsi seri e riconosciuti di traduzione al di là dell'ambito universitario, però se il lavoro non ti dispiace puoi dedicare del tempo a perfezionare l'italiano, magari, dato il settore, interessarti anche di manualistica e redazione di documentazione tecnica, facendo esperienze di traduzione nel settore di cui ti occupi.

Tieni presente che una laurea in ingegneria con esperienza come traduttore, costituisce già un'ottima credenziale per trovare lavori e incarichi da traduttore.
Poi magari, una volta terminata l'università, se ti rendi conto che ti piace davvero il lavoro di traduttore, potresti provare a seguire un master post-universitario.
Tieni anche presente che un corso di lingua anche a livello molto alto, cmq non si occupa di tante problematiche legate al lavoro del traduttore.

In bocca al lupo


Direct link Reply with quote
 
Ingegnere
Local time: 05:03
English to Italian
+ ...
TOPIC STARTER
si ma... Dec 4, 2007

Latino sì, ma solo cose semplici, tradurre ad esempio una frase in cui si parli della sensazione di un desiderio passato che potrebbe modificare un futuro eventuale.
E' praticamente impossibile.
Partecipazione a qualche Certamen e massacranti ore di latino al liceo.
Ho aiutato più d'un amica poi a prepararsi all'eame di latino all'università, che tra l'altro era molto più semplice di quello che si faceva ai superiori.

Traducevamo a prima vista in interrogazione, e non solo Cesare...
Un inferno, ma quando inizi a farci il callo non è poi tanto diverso dalla settimana enigmistica.
La cosa divertente è che traduciamo senza troppa difficolta ancora oggi senza "allenamento"

=)


Direct link Reply with quote
 
Ingegnere
Local time: 05:03
English to Italian
+ ...
TOPIC STARTER
@ Alenes Dec 4, 2007

Ma tu lo fai come mestiere? Quello di tradurre?
Nel senso anceh se non hai finito l'università e non hai un "titolo" comunque riesci a portare a casa la pagnotta?
Saluti,
Domenico


Direct link Reply with quote
 

A_Nespoli  Identity Verified
Italy
Local time: 05:03
Member (2007)
German to Italian
+ ...
Re Dec 4, 2007

Ingegnere wrote:

Ma tu lo fai come mestiere? Quello di tradurre?
Nel senso anceh se non hai finito l'università e non hai un "titolo" comunque riesci a portare a casa la pagnotta?
Saluti,
Domenico


Sì da un po' di anni anche.
Chiaro che all'inizio avevo pochi lavori e poco pagati, poi pian piano accumulando esperienza, le cose hanno preso un'altra piega.
Ovviamente avere una preparazione tecnica di base è stato un aiuto.

Il discorso del titolo di studio e/o del corso in ambito umanistico ha però diversi aspetti.

Da una parte c'è l'aspetto delle credenziali, per cui avere una laurea in qualsiasi settore è cmq un pezzo di carta in più che può sempre fare comodo.


Poi c'è il discorso del frequentare corsi specifici di traduzione, di scrittura/redazione.Avere un tipo di preparazione mirato alla traduzione (come in qualunque altro settore per altro) non ti rende automaticamente un traduttore, ma ti consente di acquisire una 'forma mentis' adeguata per iniziare questo lavoro e comprenderne le problematiche (tra cui l'ottima conoscenza della lingua target, padronanza di diversi stili di scrittura etc etc).
Anche lavorare direttamente senza la giusta preparazione, se lo si fa con passione e serietà può portare allo stesso risultato, però è una strada più lunga e faticosa, perchè all'inizio non hai modo renderti conto di certe difficoltà, e ti ci scontri nella pratica quando hai un lavoro da finire con una scadenza e magari un cliente nuovo e non sai bene dove sbattere la testa.

Secondo me davvero...ti conviene continuare a fare esperienza nei settori in cui ti senti veramente sicuro, finire gli studi e poi valutare se è un lavoro che può fare per te o meno, anche da un punto di vista pratico, perchè il lavoro del traduttore che a me piace molto in quanto mi lascia un'autonomia immensa nella gestione del mio tempo, dei miei interessi etc etc, è cmq un lavoro dove di fatto sei tu e il tuo pc, quindi non è detto che piaccia tutti.


Direct link Reply with quote
 

Sara Fiorelli
Italy
Local time: 05:03
English to Italian
+ ...
molto interessante Dec 5, 2007

Ciao a tutti!

Io invece sto seguendo il percorso opposto...dopo una triennale di lingue, mi sto specializzando in traduzione. Ora, quello che mi chiedo è questo. Uscendo da una specialistica di traduzione, non ho un settore tecnico in cui sonos psecializzata. Il mio corso è diviso in due curricula, quindi un primo indirizzo diciamo che c'è. Ma come posso davvero avvicinarmi al settore in cui mi piacerebbe lavorare? Purtroppo l'esperienza è quella che è...e per ora non ho avuto occasioni come ingegnere (bravo tra parentesi ).
Pensavo che un passo potrebbe essere la tesi. Qualcuno ha fatto il mio percorso? Come siete riusciti ad entrare proprio nel vostro campo? Non so...dei corsi successivi alla laurea o semplicemente piano piano avete aquisito formazione?

Grazie


Direct link Reply with quote
 

Raffaella Moretti
Local time: 05:03
English to Italian
+ ...
Master in Traduzione e Redazione Tecnica Dec 5, 2007

Un corso davvero interessante, però universitario, che riguarda la traduzione tecnica è il Master di I livello in Traduzione e Redazione Tecnica che si sta tenendo quest'anno all'università dell'Aquila. purtroppo le iscrizioni oramai sono chiuse, il corso è già più che a metà.
Ve lo dico perché lo sto frequentando ed è decisamente utile a livello pratico per chi intendesse entrare nel campo della traduzione di tipo scientifico o giuridico. Logicamente non si diventa esperti dei settori, ma questo corso dà delle buone basi per quanto riguarda le ricerche terminologiche in rete e approfondisce l'uso scritto della lingua italiana.
Spero per molti di voi che possano essere interessati che l'anno prossimo si svolga ancora, io ho avuto la grandissima fortuna di rientrarci appena laureata e mi sono trovata ad imparare da traduttori professionisti veri e seri nel mestiere di formatori. Ve lo consiglio! In caso dovessi venire a conoscenza di una prossima edizione vi terrò aggiornati!


Direct link Reply with quote
 

Sara Fiorelli
Italy
Local time: 05:03
English to Italian
+ ...
Grazie Dec 10, 2007

Ciao Raffaella, grazie dell'info... Credo sia molto utile per chi come me non ha in mano una specializzazione. Se sai qualcosa di nuovo per i tempi a venire, scrivi. Ciao!

Direct link Reply with quote
 

Raffaella Moretti
Local time: 05:03
English to Italian
+ ...
no news Dec 11, 2007

Non ne so nulla, credo che non si saprà nulla prima del prossimo anno accademico. Tutto dipende sempre dai finanziamenti che la Regione decide di stanziare. Quindi penso che ti tocchi aspettare l'estate! Sorry

Direct link Reply with quote
 

Sara Fiorelli
Italy
Local time: 05:03
English to Italian
+ ...
no problem Dec 11, 2007

Raffaella Moretti wrote:

Non ne so nulla, credo che non si saprà nulla prima del prossimo anno accademico. Tutto dipende sempre dai finanziamenti che la Regione decide di stanziare. Quindi penso che ti tocchi aspettare l'estate! Sorry


Si, aspetto aspetto...c'è ancora la specialistica da finire quindi
Qualcuno conosce invece la SSIT di Pescara? E' una scuola interpreti e ho visto su Internet che hanno dei master interessanti (e nemmeno pagati a peso d'oro!) su Traduzione settoriale e interpretariato... E' che non vorrei ripetermi...non parlo dell'interpretazione di cui non so nulla, ma sto già frequentando il curriculum settoriale della mia specialistica. Non vorrei quindi fare le stesse cose generali del settoriale.

X Ingegnere...magari ti può interessare questo master, anche se forse non adesso visto che ancora frequenti se non sbaglio.


Direct link Reply with quote
 
Ingegnere
Local time: 05:03
English to Italian
+ ...
TOPIC STARTER
stiamo prendendo la tangente... Dec 11, 2007

Credo ciu si stia spingendo un pò tropo in là mischiando cose che nondovrebbero essere mescolate: la SSIT non è un master, ma una scuola che insegna ad insegnare (serve se si vuol fare il docente) inoltre non è cosa facile entrare nelle graduatorie.
Inoltre i master sono riservati a persone che posseggono dei titoli nello stesso settore. Un laureato in interpretariato si sogna di fare un master in "controllo della qualità e sicurezz sul lavoro" ed io mi sogno di fare un master in "traduzione delle lingue celtiche medievali"


Direct link Reply with quote
 

dropinka  Identity Verified
Italy
English to Italian
+ ...
SSIT, non SSIS Dec 12, 2007

Ingegnere wrote:

Credo ciu si stia spingendo un pò tropo in là mischiando cose che nondovrebbero essere mescolate: la SSIT non è un master, ma una scuola che insegna ad insegnare (serve se si vuol fare il docente) inoltre non è cosa facile entrare nelle graduatorie.


Credo che tu ti stia confondendo con la SSIS, Scuola di Specializzazione all'insegnamento secondario.

Claudia

[Edited at 2007-12-12 06:57]


Direct link Reply with quote
 

Sara Fiorelli
Italy
Local time: 05:03
English to Italian
+ ...
si :D Dec 12, 2007

Esattamente, SSIT e non SSIS. So cosa sono le SSIS, mentre la sigla SSIT sta per Scuola Superiore per Interpreti e Traduttori.
Hanno questo master e dei corsi di alta formazione, ma il problema è che sul sito c'è scritto davvero poco e non ho mai sentito parlare di questa scuola. Al master si può iscrivere chiunque sia in possesso di un titolo di laurea italiano, previo superamento di un test linguistico. Proverò ad informarmi...fammi sapere se può interessarti. Ciao

P.S. Se qualcuno conosce suddetta scuola, info please!

[Modificato alle 2007-12-12 10:14]


Direct link Reply with quote
 
Marta Scapellato  Identity Verified
Local time: 05:03
Italian to French
+ ...
chiarimento Dec 17, 2007

Ciao a tutti,

scusate la domanda un po´elementare ma con le denominazioni sono un po´nel pallone : parlare di laurea specialistica e di master 1 (=quarto anno) e 2 (=quinto anno) è la stessa cosa ?

Grazie


Direct link Reply with quote
 
Pages in topic:   [1 2] >


To report site rules violations or get help, contact a site moderator:


You can also contact site staff by submitting a support request »

Formarsi come traduttore

Advanced search






SDL MultiTerm 2017
Guarantee a unified, consistent and high-quality translation with terminology software by the industry leaders.

SDL MultiTerm 2017 allows translators to create one central location to store and manage multilingual terminology, and with SDL MultiTerm Extract 2017 you can automatically create term lists from your existing documentation to save time.

More info »
BaccS – Business Accounting Software
Modern desktop project management for freelance translators

BaccS makes it easy for translators to manage their projects, schedule tasks, create invoices, and view highly customizable reports. User-friendly, ProZ.com integration, community-driven development – a few reasons BaccS is trusted by translators!

More info »



Forums
  • All of ProZ.com
  • Term search
  • Jobs
  • Forums
  • Multiple search