KudoZ home » English to Italian » Economics

incumbent

Italian translation: incumbent / impresa consolidata / impresa già affermata / impresa ex monopolista / impresa dominante

Advertisement

Login or register (free and only takes a few minutes) to participate in this question.

You will also have access to many other tools and opportunities designed for those who have language-related jobs
(or are passionate about them). Participation is free and the site has a strict confidentiality policy.
GLOSSARY ENTRY (DERIVED FROM QUESTION BELOW)
English term or phrase:incumbent
Italian translation:incumbent / impresa consolidata / impresa già affermata / impresa ex monopolista / impresa dominante
Entered by: Adele Oliveri
Options:
- Contribute to this entry
- Include in personal glossary

16:19 Feb 16, 2008
English to Italian translations [PRO]
Marketing - Economics / incumbent
English term or phrase: incumbent
in questo caso non si riferisce a qualcuno che è "in carica"... ma a imprese già stabilite nel mercato..

non riesco a trovare il temine giusto in italiano

questo è il contesto:

Our focus is the incumbent carriers and their share of the market.
Ok, we look at the former monopolies, and we call that the incumbent carrier.
The former monopolies, because they have the
largest share of the market.....
Cristian Campani
Italy
Local time: 00:04
incumbent / impresa consolidata / impresa già affermata / impresa ex monopolista / impresa dominante
Explanation:
io nei manuali di economia l'ho sempre tradotto così (anche se nel linguaggio della regolamentazione si lascia in inglese - come free-rider - fare una ricerca per credere)
l'incumbent è l'impresa già presente nel mercato con una posizione consolidata (generalmente dominante). di solito, è un ex monopolista (tipo telecom) oppure un operatore che è giunto insieme ad altri a dominare il mercato (tipo mediaset)

a secondo della particolare condizione di mercato che stai esaminando, potresti scegliere fra uno dei tanti termini che ti ho proposto
per esempio, parlando della telecom potresti dire impresa ex monopolista o anche operatore dominante

hth





--------------------------------------------------
Note added at 5 hrs (2008-02-16 22:09:12 GMT)
--------------------------------------------------

breve nota terminologica. l'incumbent non è semplicemente un'impresa che si trova già nel mercato, bensì un'impresa che si trova già nel mercato E GODE DI UN POTERE DI MERCATO che le deriva dal fatto di essere un monopolista, un ex monopolista, parte di un oligopolio, ecc. queste imprese hanno un vantaggio consolidato (a causa di barriere all'entrata, di solito) che impedisce il crearsi di condizioni veramente consolidate. non a caso ti ho citato Telecom e Mediaset.

guarda questa definizione di wikipedia:
http://it.wikipedia.org/wiki/Incumbent
In economia, il termine incumbent viene adottato per designare l'impresa di dimensioni maggiori in una determinata area, ad esempio le compagnie telefoniche tradizionali nel campo delle telecomunicazioni.
Il concetto di incumbent ha un valore particolare proprio nei media e nelle telecomunicazioni, dove si applica agli ex monopolisti, sia in ambito Radio e TV che nella telefonia, dove essi conservano un ampio potere nei propri mercati di riferimento e, in certi casi, privilegi che ostacolano l'affermazione delle imprese concorrenti.
Esempi di incumbent, nei principali Paesi europei, sono Telecom Italia, France Telecom, British Telecom e Deutsche Telekom.

capisci bene che imprese "attuali" non rende adeguatamente l'idea... diciamo pure che è sbagliato.

--------------------------------------------------
Note added at 1 day16 hrs (2008-02-18 08:21:34 GMT)
--------------------------------------------------

Oscar, ti rispondo in nota. Trattandosi di un testo di economia, le parole hanno un loro significato che può essere diverso (o più limitato, specifico) che nel linguaggio ordinario. Chiamasi gergo. (Se parlassimo di poesia o di letteratura, sarei d'accordo con te - le sfumature SONO importanti. Ma l'economia è una scienza triste, con un suo gergo, lo sai meglio di me. E se si crea un gergo è proprio per dare precisione al discorso, altrimenti ognuno userebbe il termine che preferisce). Se io uso la parola "incumbent" intendo dire una cosa ben precisa, altrimenti userei un termine diverso - potrei dire leader firms, oligopolistic firms, consolidated firms, ecc., le possibilità sono infinite. È giusto non privarsi di altri significati, QUANDO TALI SIGNIFICATI NON SONO FUORVIANTI. Esempio: la frase "Our focus is the incumbent carriers and their share of the market" non indica necessariamente che si parli degli operatori dominanti presenti in UNO STESSO mercato (come la tua formulazione lascia intendere). Potrebbe darsi benissimo che l'autore stia facendo un discorso generico sulle strutture di mercato in cui è presente un incumbent oppure che stia mettendo a confronto diversi mercati in cui è presente un incumbent. Usando la formulazione "che si spartiscono il mercato" si rischia di forzare il senso del testo, perché si impone una struttura (un mercato con più di un operatore dominante) che non è necessariamente quella intesa dall'autore (questo può saperlo solo chi ha proposto il testo).
Se il termine in questione ha una traduzione standard in una certa disciplina ed è usato per indicare una cosa ben specifica, qual è la necessità di inventarsi altri significati? Se accettiamo che un incumbent sia un operatore dominante (cosa che peraltro fai anche tu), è evidente che questo include il fatto che si trovi già sul mercato (altrimenti non sarebbe un operatore dominante). Insomma, un incumbent occupa il mercato, ma un'impresa che occupa o si trova sul mercato non è necessariamente un incumbent.


--------------------------------------------------
Note added at 2 days6 hrs (2008-02-18 22:41:28 GMT) Post-grading
--------------------------------------------------

Grazie a te e buon lavoro!

Selected response from:

Adele Oliveri
Italy
Local time: 00:04
Grading comment
Grazie mille!!
4 KudoZ points were awarded for this answer

Advertisement


Summary of answers provided
4 +5incumbent / impresa consolidata / impresa già affermata / impresa ex monopolista / impresa dominante
Adele Oliveri
3 +3attuali
Caterina Passari
5stabilitiVittorio Ferretti
3che occupano (il mercato)
Oscar Romagnone
3storico
Katia Siddi


  

Answers


3 mins   confidence: Answerer confidence 3/5Answerer confidence 3/5 peer agreement (net): +3
attuali


Explanation:
forse si potrebbe rendere così...ciao

Caterina Passari
Italy
Local time: 00:04
Works in field
Native speaker of: Native in ItalianItalian

Peer comments on this answer (and responses from the answerer)
agree  Giovanni Pizzati
23 mins
  -> Ti ringrazio, Giovanni!

agree  Maria Rosa Fontana
1 hr
  -> Grazie,Maria Rosa!

neutral  Vittorio Ferretti: anche le operatrici appena arrivate sono "attuali" ma non per quello "stabilite"
1 hr
  -> appunto...o forse non ci siamo capiti:) Non mi spiegavo "stabiliti"...da chi? O meglio, "stabiliti", non credo renda il senso di "presenti", attivi in questo momento..

agree  Leonardo La Malfa
1 hr
  -> Grazie 1000!

neutral  Adele Oliveri: incumbent non vuol dire semplicemente attuale. anche in un mercato concorrenziale ci sono "attualmente" molte imprese, ma non c'è nessun incumbent. l'incumbent gode di potere di mercato... e "attuali" questo non lo rende affatto. scusa :-)
2 hrs
  -> restate pure del vostro parere...a me non convince, in questo contesto, "stabiliti" anche perché ripeto: "attuali" rende più compiutamente il senso di "al momento presente" e credo che di questo si tratti...
Login to enter a peer comment (or grade)

1 hr   confidence: Answerer confidence 5/5
stabiliti


Explanation:
sono quelli che "sono in carica (incumbency)"

--------------------------------------------------
Note added at 1 hr (2008-02-16 18:17:31 GMT)
--------------------------------------------------

880 riscontri Googel per "operatori stabiliti"

Vittorio Ferretti
Local time: 00:04
Specializes in field
Native speaker of: German
PRO pts in category: 4
Notes to answerer
Asker: generalmente sì, ma in questo contesto non avrebbe senso....


Peer comments on this answer (and responses from the answerer)
neutral  Caterina Passari: certo, "in carica" ma, non per questo "stabiliti", "sanciti" da qualcuno...almeno, così la interpreto io.Scusa, Vittorio:)
9 mins
  -> la Telecom e la Omnitel non sono "sancite"
Login to enter a peer comment (or grade)

18 hrs   confidence: Answerer confidence 3/5Answerer confidence 3/5
storico


Explanation:
"Our focus is the incumbent carriers and their share of the market.
Ok, we look at the FORMER MONOPOLIES, and WE CALL THEM THE INCUMBENT CARRIER".

Premettendo che non sono un'esperta dell'area finanziaria ma una linguista e credo che si debba specificiare quale incumbent vuoi tradurre. Mi permetto di intervenire per ricordare che "incumbent" ha, oltre al significato già espresso da molti di "attuale", anche ( eovviamente) quello di "incombente" nel senso di " obbligatorio" o "obbligato". Considerato il contesto e la situazioe dei vecchi monopoli, traduirei nella frase che ho scritto in maiuscolo con " i vettori storici" (incumbent carriers) o "obbligati", visto che non c'era allora nessun altra possibilità di scelta.

Spero di non esser stata fuorviante ! Buona giornata a tutti :-)


Katia Siddi
Italy
Local time: 00:04
Native speaker of: Native in ItalianItalian
Login to enter a peer comment (or grade)

2 hrs   confidence: Answerer confidence 4/5Answerer confidence 4/5 peer agreement (net): +5
incumbent / impresa consolidata / impresa già affermata / impresa ex monopolista / impresa dominante


Explanation:
io nei manuali di economia l'ho sempre tradotto così (anche se nel linguaggio della regolamentazione si lascia in inglese - come free-rider - fare una ricerca per credere)
l'incumbent è l'impresa già presente nel mercato con una posizione consolidata (generalmente dominante). di solito, è un ex monopolista (tipo telecom) oppure un operatore che è giunto insieme ad altri a dominare il mercato (tipo mediaset)

a secondo della particolare condizione di mercato che stai esaminando, potresti scegliere fra uno dei tanti termini che ti ho proposto
per esempio, parlando della telecom potresti dire impresa ex monopolista o anche operatore dominante

hth





--------------------------------------------------
Note added at 5 hrs (2008-02-16 22:09:12 GMT)
--------------------------------------------------

breve nota terminologica. l'incumbent non è semplicemente un'impresa che si trova già nel mercato, bensì un'impresa che si trova già nel mercato E GODE DI UN POTERE DI MERCATO che le deriva dal fatto di essere un monopolista, un ex monopolista, parte di un oligopolio, ecc. queste imprese hanno un vantaggio consolidato (a causa di barriere all'entrata, di solito) che impedisce il crearsi di condizioni veramente consolidate. non a caso ti ho citato Telecom e Mediaset.

guarda questa definizione di wikipedia:
http://it.wikipedia.org/wiki/Incumbent
In economia, il termine incumbent viene adottato per designare l'impresa di dimensioni maggiori in una determinata area, ad esempio le compagnie telefoniche tradizionali nel campo delle telecomunicazioni.
Il concetto di incumbent ha un valore particolare proprio nei media e nelle telecomunicazioni, dove si applica agli ex monopolisti, sia in ambito Radio e TV che nella telefonia, dove essi conservano un ampio potere nei propri mercati di riferimento e, in certi casi, privilegi che ostacolano l'affermazione delle imprese concorrenti.
Esempi di incumbent, nei principali Paesi europei, sono Telecom Italia, France Telecom, British Telecom e Deutsche Telekom.

capisci bene che imprese "attuali" non rende adeguatamente l'idea... diciamo pure che è sbagliato.

--------------------------------------------------
Note added at 1 day16 hrs (2008-02-18 08:21:34 GMT)
--------------------------------------------------

Oscar, ti rispondo in nota. Trattandosi di un testo di economia, le parole hanno un loro significato che può essere diverso (o più limitato, specifico) che nel linguaggio ordinario. Chiamasi gergo. (Se parlassimo di poesia o di letteratura, sarei d'accordo con te - le sfumature SONO importanti. Ma l'economia è una scienza triste, con un suo gergo, lo sai meglio di me. E se si crea un gergo è proprio per dare precisione al discorso, altrimenti ognuno userebbe il termine che preferisce). Se io uso la parola "incumbent" intendo dire una cosa ben precisa, altrimenti userei un termine diverso - potrei dire leader firms, oligopolistic firms, consolidated firms, ecc., le possibilità sono infinite. È giusto non privarsi di altri significati, QUANDO TALI SIGNIFICATI NON SONO FUORVIANTI. Esempio: la frase "Our focus is the incumbent carriers and their share of the market" non indica necessariamente che si parli degli operatori dominanti presenti in UNO STESSO mercato (come la tua formulazione lascia intendere). Potrebbe darsi benissimo che l'autore stia facendo un discorso generico sulle strutture di mercato in cui è presente un incumbent oppure che stia mettendo a confronto diversi mercati in cui è presente un incumbent. Usando la formulazione "che si spartiscono il mercato" si rischia di forzare il senso del testo, perché si impone una struttura (un mercato con più di un operatore dominante) che non è necessariamente quella intesa dall'autore (questo può saperlo solo chi ha proposto il testo).
Se il termine in questione ha una traduzione standard in una certa disciplina ed è usato per indicare una cosa ben specifica, qual è la necessità di inventarsi altri significati? Se accettiamo che un incumbent sia un operatore dominante (cosa che peraltro fai anche tu), è evidente che questo include il fatto che si trovi già sul mercato (altrimenti non sarebbe un operatore dominante). Insomma, un incumbent occupa il mercato, ma un'impresa che occupa o si trova sul mercato non è necessariamente un incumbent.


--------------------------------------------------
Note added at 2 days6 hrs (2008-02-18 22:41:28 GMT) Post-grading
--------------------------------------------------

Grazie a te e buon lavoro!



Adele Oliveri
Italy
Local time: 00:04
Specializes in field
Native speaker of: Native in ItalianItalian
PRO pts in category: 308
Grading comment
Grazie mille!!

Peer comments on this answer (and responses from the answerer)
agree  halifax: dominante se sono gli ex monopolisti e hanno ancora un enorme vantaggio come se fosse ancora un monopolio, affermata se non è detto che c'entri sempre un monopolio
25 mins
  -> grazie halifax!

agree  Francesca Pesce: agrio con halifax, e quindi con te!
1 hr
  -> arrigrazie Fra!

agree  Federico Zanolla
13 hrs
  -> grazie morby :-)

agree  xxxGabriella B.
13 hrs
  -> grazie gabyy :-)

agree  Oscar Romagnone: Ciao Adele inserisco sportivamente e con molto piacere il mio agree a scelta ormai avvenuta, avvertendoti al tempo stesso che ho aggiunto una nota finale nel mio spazio! (al limite continueremo in privato! ;-))
2 days8 hrs
Login to enter a peer comment (or grade)

11 hrs   confidence: Answerer confidence 3/5Answerer confidence 3/5
che occupano (il mercato)


Explanation:
...(oppure: SI SPARTISCONO il mercato) e la loro quota dello stesso.

In base ai significati ufficiali del termine e da quello che ho capito del brano (purtroppo l'estratto è necessariamente cortino) "incumbent" contiene entrambi i significati evidenziati da Caterina (da un lato) e da Vittorio ed Adele (dall'altro) e viene usato dall'autore prima con l'uno e poi con l'altro.
Nel primo caso ("our focus is the incumbent carriers and...") mi convince di più l'interpretazione di Caterina (operatori PRESENTI/ATTIVI sul mercato) visto che l'autore rivolge l'attenzione al mercato proponendo una "fotografia" dello stesso.
Nel secondo caso ("we call that the incumbent carriers...") preferisco l'interpretazione di Adele/Vittorio che tende a dare a quel termine il significato di RADICATO/LONGEVO/DOMINANTE.

Per non rimanere nell'indecisione ti suggerirei di usare una forma verbale nel primo caso ("che occupano il mercato/che SI SPARTISCONO il mercato") che dà il senso, al tempo stesso, della "presenza/attività/attualità" e della "posizione di forza" di questi soggetti (se si tiene conto che qualcuno che si spartisce qualcosa con altri di fatto "esclude" una serie di ulteriori soggetti potenziali) e di usare viceversa l'aggettivo RADICATI/DOMINANTI nell'ultimo caso.

Certo se vuoi mantenere la continuità o il gioco di parole del testo sei costretto ad introdurre un termine utilizzabile in ambedue le circostanze ma anche per questo, volendo, esiste una soluzione:

"le imprese dominanti che occupano OGGI il mercato, e la loro quota dello stesso. OK, prendiamo in considerazione i precedenti monopolisti e li classifichiamo come imprese DOMINANTI"




--------------------------------------------------
Note added at 1 giorno11 ore (2008-02-18 03:20:10 GMT)
--------------------------------------------------

Adele secondo me il termine inglese "incumbent" contiene due significati: indica la persona "titolare" di qualche organo o funzione e indica il fatto che "occupa adesso" questa funzione, nel senso che è appunto "in carica". Capisco bene che in economia rivesta più il significato di "dominante, di riferimento" però non vedo perché - eventualmente - chi si avvale del termine in ambito economico DEBBA necessariamente impiegarlo in questo senso, dimenticando o privandosi a priori di significati ulteriori che lo stesso potrebbe avere in contesto diversi (penserò a qualche esempio da sottoporti). Tra l'altro mi pare che nella mia ultima formulazione venisse ripetuta 2 volte la parola "dominanti", con la differenza che suggerirei di non "perdere" l'altro significato (che occupano/oggi)...

--------------------------------------------------
Note added at 2 giorni10 ore (2008-02-19 02:48:44 GMT) Post-grading
--------------------------------------------------

Ciao Adele. Ho letto con interesse il tuo ultimo intervengo e lo trovo senz'altro condivisibilissimo nella parte iniziale riguardante la specificità e la ragion d'essere del linguaggio 'gergale', forse però le conclusioni risentono di un certo 'automatismo', o almeno così sembra a me. Premesso ancora una volta che non discuto il fatto che traducendo "incumbent" si entri necessariamente nel concetto di "presenza dominante" (e non a caso la mia proposta conteneva il doppio riferimento a ciò) ritengo che chi ha in mano il testo (e né tu né io né gli altri lo avevano, se non Cristian) debba però leggere e rileggere, anche più volte, tutto il contesto entro il quale il passaggio incriminato si trova prima di darsi una risposta definitiva. In questo caso è stata scelta la tua risposta, mi fa piacere per te perché hai visto giusto, e sicuramente la decisione è stata presa dal richiedente dopo aver fatto appunto il riscontro di cui sto parlando, ma la mia proposta (alternativa) aveva un senso e ancora la rifarei se si ripresentassero le stesse condizioni, non so se mi spiego.
In molti dei tuoi passaggi prendi in considerazione questo "carrier" spesso al singolare e dietro le righe intravedo una tua tendenza a vederlo come IL fornitore dominante tout court, senza ombra di concorrenza mentre nel frattempo in glossari reperiti in rete trovo questa definizione:
"incumbent carrier
Operatore telefonico che ha iniziato la sua attività in regime di monopolio e solo in seguito si è confrontato con dei concorrenti, rispetto ai quali può dirsi ancora in una posizione di forza."
http://www.sys-com.info/glossario.asp?iniziale=i

Per carità non intendo dire che la definizione sia difforme da quella abbracciata fin dall'inizio da te ma, ti chiedo, perché scrivere nella tua nota:
"...Usando la formulazione "che si spartiscono il mercato" si rischia di forzare il senso del testo, perché si impone una struttura (un mercato con più di un operatore dominante) che non è necessariamente quella intesa dall'autore (questo può saperlo solo chi ha proposto il testo)"? Che cosa ne sappiamo noi (a parte Cristian)?
Meno male che aggiungi in coda "questo può saperlo solo chi ha proposto il testo"!

Ora, e con ciò concludo, se mi ero permesso di inserirmi con una mia soluzione intermedia non era per scarsa considerazione della specificità dei termini economici o per inventarmi qualcosa "in più" come potrebbe succedere nella traduzione di un testo letterario, ma solo perché nella frase "Ok, we look at the former monopolies, and we call that the incumbent carrier." mi era parso di notare quasi come un tentativo da parte dell'autore di accompagnare il lettore VERSO la definizione SPECIFICA di "incumbent" dopo averlo citato, nella proposizione precedente, nella sua accezione ordinaria (ma questo evidentemente è risultato alla mia isolata sensibilità e non mi aspetto che debba essere accettato...).

Per capire infine se questo termine "incumbent" sia da declinarsi solo al singolare (nel contesto di 1 solo mercato), e se quindi la presenza di 2 incumbent in uno stesso mercato sia per propria stessa definizione contraddittoria (come tu sembri in definitiva affermare), ti sottopongo questo estratto, trovato poco fa in rete (non lo conoscevo assolutamente) e riguardante alcune norme regolamentari stabilite da un'autorità federale US in materia di traffico aereo circa la spartizione di aree aeroportuali tra gli operatori del settore. Ti chiederei se avessi tempo di leggerlo e poi chiarirmi se - almeno in questo caso- non si possa legittimamente parlare di "imprese dominantI (com)presenti sul mercato". Un cordiale saluto!! ;-)




(h) During the first selection sequence, 25 percent of the slots
available but no less than two slots shall be reserved for selection by new entrant carriers. If new entrant carriers do not select all of the slots set aside for new entrant carriers, **limited incumbent carriers** may select the remaining slots. If every participating new entrant carrier and **limited incumbent carrier** has ceased selection of available slots or has obtained 12 slots at that airport, **other incumbent carriers** may participate in selecting the remaining slots; however, slots selected by non-limited incumbent carriers will be allocated only until the date of the next lottery
http://a257.g.akamaitech.net/7/257/2422/14mar20010800/edocke...


--------------------------------------------------
Note added at 322 giorni (2009-01-04 13:55:13 GMT) Post-grading
--------------------------------------------------

Facciamo un esempio per essere più chiari: in inglese “incumbent” riprende il latino “incumbens”, participio presente del verbo “incumbere”. Mentre in latino “incumbens” significa ‘che si scaglia contro’, ‘che sovrasta’, ‘che grava (con senso di minaccia)’, l’inglese “incumbent” viene usato, proprio associato a “competitor”, nel significato tecnico di ‘che occupa un determinato ruolo di concorrenza’ (sul mercato). Per esprimere l’idea generale di ‘sovrastare’, invece, l’inglese ricorre a un composto prettamente anglosassone, “(to) overtop”; così come accade con il significato di ‘gravare’ (su qualcuno o su qualcosa), reso con “(to) bear down on”.
http://www.viasarfatti25.unibocconi.it/notizia.php?idArt=565


Oscar Romagnone
Italy
Local time: 00:04
Works in field
Native speaker of: Native in ItalianItalian
PRO pts in category: 71

Peer comments on this answer (and responses from the answerer)
neutral  Adele Oliveri: in entrambi i casi incumbent è usato con lo stesso significato di impresa/e dominante/i. anche in un mercato concorrenziale ci sono imprese che occupano e si spartiscono il mercato, ma non ci sono incumbents. // mia nota.
5 hrs
  -> Adele SE esiste + di 1 sola impresa 'dominante' (e qui pare che il termine sia appunto usato al plurale) di fatto dovrà 'spartirsi' il mercato con altre che sono "contestuali/con-correnti/compresenti", se poi a quest'ultimo aggettivo togli il prefisso...
Login to enter a peer comment (or grade)




Return to KudoZ list


Changes made by editors
Feb 18, 2008 - Changes made by Adele Oliveri:
Created KOG entryKudoZ term » KOG term


KudoZ™ translation help
The KudoZ network provides a framework for translators and others to assist each other with translations or explanations of terms and short phrases.



See also:



Term search
  • All of ProZ.com
  • Term search
  • Jobs
  • Forums
  • Multiple search