KudoZ home » English to Italian » Social Science, Sociology, Ethics, etc.

free-floating intellectuals

Italian translation: intellig(h)entsia socialmente indipendente/liberamente sospesa/super partes/intellettuali migliori

Advertisement

Login or register (free and only takes a few minutes) to participate in this question.

You will also have access to many other tools and opportunities designed for those who have language-related jobs
(or are passionate about them). Participation is free and the site has a strict confidentiality policy.
16:00 Oct 27, 2007
English to Italian translations [PRO]
Social Sciences - Social Science, Sociology, Ethics, etc.
English term or phrase: free-floating intellectuals
What Foucault, Gramsci and the Frankfurt School share is a rejection of Mannheim's "free-floating intellectuals" as an ideological category that simply passes over the contradictions between the possibilities for creative autonomy that linger within academic work and its continual integration and subordination within advanced capitalism.

intellettuali fluttuanti? Google non mi dà evidenze...
_floriana_
Italy
Local time: 23:52
Italian translation:intellig(h)entsia socialmente indipendente/liberamente sospesa/super partes/intellettuali migliori
Explanation:
Ciao Floriana,

L'espressione originale dovrebbe essere in tedesco:

...il **famoso free-floating intellectual (Soziale Freischwebende Intelligenz**)
http://www.caffeeuropa.it/pensareeuropa/283matinotti.html


E il significato di "free-floating intellectuals", in contrapposizione a quello gramsciano dell'intellettuale "organico", è spiegato bene qui:

Mannheim's idealized intellectual was someone "above the battle" - a "free-floating intellectual" who, he argued, was best-positioned to ferret out the situated truth of a given time and place precisely because s/he was not attached to a particular ideology. For Gramsci, the opposite was true - namely, it was the very connectedness to a social movement aimed at social transformation that was the ideal setting for what he would call an "organic intellectual."
http://www.pbs.org/ralphbunche/education/instruct_sociology....


Per quanto riguarda la resa in italiano, su siti dedicati alla materia ho trovato "intellig(h)entsia socialmente indipendente/ liberamente sospesa/super partes/" e, anche, "intellettuali migliori".

Sembra che questo concetto sia esplicitato nell'ultimo capitolo di Ideologia e Utopia quindi se puoi andare alla biblioteca più vicina e procurartene una copia magari puoi avere un riscontro in più.

Ti riporto comunque quanto trovato su Internet sperando ti sia d'aiuto.


Karl Mannheim, nell’opera Ideologia e Utopia (Il Mulino, Bologna, 1957), affronta la questione sociologica **dell’“intelligentsia socialmente indipendente”: gli intellettuali migliori**, costituendo il ceto meno coinvolto nella sfera degli interessi materiali, riescono a fare la sintesi dinamica delle diverse prospettive particolari e ad accogliere in sé tutti i fermenti della società. Essi sviluppano una sensibilità per ogni forza in lotta e riescono a tutelare gli interessi di tutta l’umanità [Mannheim 1957: 163/171
http://www.cestim.it/sezioni/tesi/tesi_mereu


Mannheim identifica la categoria sociale che meglio può raggiungere la consapevolezza critica della parzialità delle singole posizioni e, conseguentemente elaborare la sintesi dinamica, nella **categoria degli “intellettuali migliori”**. Pur provenendo gli intellettuali stessi da questa o quella classe, essi non sono direttamente coinvolti nel mondo della produzione e grazie ad un livello di istruzione superiore, acquistano maggiore imparzialità, maggiori possibilità di critica e autocritica rispetto alle altre posizioni più direttamente condizionate e quindi più parziali e dogmatiche.
www.sociologia.uniroma1.it/users/studenti/Riassunti/Storia ...


E questo ad esempio faceva apparire anodina e implausibile l'idea mannheimiana di **un'Intellighentsia liberamente sospesa, super partes**, una sorta di illusorio conoscitore disincarnato (13);
http://lgxserver.uniba.it/lei/filpol/palom.htm


--------------------------------------------------
Note added at 3 hrs (2007-10-27 19:07:39 GMT)
--------------------------------------------------

Ho trovato un altro sito (sempre dedicato a questa specifica materia) dove, in riferimento al pensiero di Mannheim, si parla di "intellettuali liberi da legami (classistici)":

La concezione **dell'intellettuale libero da legami classistici** al servizio dell'intera umanità.

Alla concezione marxista novecentesca dell'intellettuale come necessariamente **organico**, lo voglia o no, ne sia consapevole o no, ad una delle due classi sociali fondamentali del modo di produzione capitalistico (Borghesia e Proletariato), si è storicamente contrapposta un'altra teoria, spesso ingenerosamente etichettata come borghese o piccolo-borghese, che vede **l'intellettuale come figura libera da legami (Mannheim)**, funzionario dell'umanità (Husserl), testimone del tempo e sentinella della verità.
http://www.rivistaindipendenza.org/Teoria nazionalitaria/Sul...
Selected response from:

Monica M.
Italy
Local time: 23:52
Grading comment
Monica, grazie per tutte queste ricerche preziose!
4 KudoZ points were awarded for this answer

Advertisement


Summary of answers provided
3 +6intellig(h)entsia socialmente indipendente/liberamente sospesa/super partes/intellettuali migliori
Monica M.
4liberi pensatoriAntonella Sagone
4intellettuale indipendente
Vincent Lemma
3intellettuali "liberi battitori"
Oscar Romagnone
2intellettuali free floatingSonia Pozzoni


  

Answers


17 mins   confidence: Answerer confidence 2/5Answerer confidence 2/5
intellettuali free floating


Explanation:
in vari contesti viene lasciato così.


    Reference: http://www.compass.unibo.it/Materiali/Documenti/2007/Documen...
    Reference: http://it.wikipedia.org/wiki/Teoria_del_tutto
Sonia Pozzoni
Local time: 23:52
Native speaker of: Native in ItalianItalian

Peer comments on this answer (and responses from the answerer)
neutral  Alfredo Tutino: Il primo riferimento è una raccolta di appunti dove "free floating intellectuals" è lasciato in inglese;nel socondo si parla di "free floating laws" nell'ambito di una discussione delle leggi fisiche; nessuno dei due mi pare rilevante
19 hrs
  -> ciao,volevo semplicemente riportare casi in cui viene lasciato il termine inglese (indipendentemente dal contesto). free-floating non veniva tradotto nei vari casi trovati su google. tutto qui.grazie dell'osservazione.buona serata
Login to enter a peer comment (or grade)

1 hr   confidence: Answerer confidence 4/5Answerer confidence 4/5
intellettuale indipendente


Explanation:
Seems to me that these figure-heads are not sided with any political, religious, monetary....etc movements. They are "liberi pensatori" that scheme for the progress of society. They are sort of "illuminati" or "umanisti" but not bound by institutional ties.


    Reference: http://doc.studenti.it/altro/letteratura-italiana/analisi-te...
Vincent Lemma
Italy
Local time: 23:52
Native speaker of: Native in EnglishEnglish, Native in ItalianItalian
Login to enter a peer comment (or grade)

51 mins   confidence: Answerer confidence 3/5Answerer confidence 3/5 peer agreement (net): +6
intellig(h)entsia socialmente indipendente/liberamente sospesa/super partes/intellettuali migliori


Explanation:
Ciao Floriana,

L'espressione originale dovrebbe essere in tedesco:

...il **famoso free-floating intellectual (Soziale Freischwebende Intelligenz**)
http://www.caffeeuropa.it/pensareeuropa/283matinotti.html


E il significato di "free-floating intellectuals", in contrapposizione a quello gramsciano dell'intellettuale "organico", è spiegato bene qui:

Mannheim's idealized intellectual was someone "above the battle" - a "free-floating intellectual" who, he argued, was best-positioned to ferret out the situated truth of a given time and place precisely because s/he was not attached to a particular ideology. For Gramsci, the opposite was true - namely, it was the very connectedness to a social movement aimed at social transformation that was the ideal setting for what he would call an "organic intellectual."
http://www.pbs.org/ralphbunche/education/instruct_sociology....


Per quanto riguarda la resa in italiano, su siti dedicati alla materia ho trovato "intellig(h)entsia socialmente indipendente/ liberamente sospesa/super partes/" e, anche, "intellettuali migliori".

Sembra che questo concetto sia esplicitato nell'ultimo capitolo di Ideologia e Utopia quindi se puoi andare alla biblioteca più vicina e procurartene una copia magari puoi avere un riscontro in più.

Ti riporto comunque quanto trovato su Internet sperando ti sia d'aiuto.


Karl Mannheim, nell’opera Ideologia e Utopia (Il Mulino, Bologna, 1957), affronta la questione sociologica **dell’“intelligentsia socialmente indipendente”: gli intellettuali migliori**, costituendo il ceto meno coinvolto nella sfera degli interessi materiali, riescono a fare la sintesi dinamica delle diverse prospettive particolari e ad accogliere in sé tutti i fermenti della società. Essi sviluppano una sensibilità per ogni forza in lotta e riescono a tutelare gli interessi di tutta l’umanità [Mannheim 1957: 163/171
http://www.cestim.it/sezioni/tesi/tesi_mereu


Mannheim identifica la categoria sociale che meglio può raggiungere la consapevolezza critica della parzialità delle singole posizioni e, conseguentemente elaborare la sintesi dinamica, nella **categoria degli “intellettuali migliori”**. Pur provenendo gli intellettuali stessi da questa o quella classe, essi non sono direttamente coinvolti nel mondo della produzione e grazie ad un livello di istruzione superiore, acquistano maggiore imparzialità, maggiori possibilità di critica e autocritica rispetto alle altre posizioni più direttamente condizionate e quindi più parziali e dogmatiche.
www.sociologia.uniroma1.it/users/studenti/Riassunti/Storia ...


E questo ad esempio faceva apparire anodina e implausibile l'idea mannheimiana di **un'Intellighentsia liberamente sospesa, super partes**, una sorta di illusorio conoscitore disincarnato (13);
http://lgxserver.uniba.it/lei/filpol/palom.htm


--------------------------------------------------
Note added at 3 hrs (2007-10-27 19:07:39 GMT)
--------------------------------------------------

Ho trovato un altro sito (sempre dedicato a questa specifica materia) dove, in riferimento al pensiero di Mannheim, si parla di "intellettuali liberi da legami (classistici)":

La concezione **dell'intellettuale libero da legami classistici** al servizio dell'intera umanità.

Alla concezione marxista novecentesca dell'intellettuale come necessariamente **organico**, lo voglia o no, ne sia consapevole o no, ad una delle due classi sociali fondamentali del modo di produzione capitalistico (Borghesia e Proletariato), si è storicamente contrapposta un'altra teoria, spesso ingenerosamente etichettata come borghese o piccolo-borghese, che vede **l'intellettuale come figura libera da legami (Mannheim)**, funzionario dell'umanità (Husserl), testimone del tempo e sentinella della verità.
http://www.rivistaindipendenza.org/Teoria nazionalitaria/Sul...


Monica M.
Italy
Local time: 23:52
Works in field
Native speaker of: Native in ItalianItalian
PRO pts in category: 12
Grading comment
Monica, grazie per tutte queste ricerche preziose!

Peer comments on this answer (and responses from the answerer)
agree  Oscar Romagnone: Sì, in effetti la prima ricerca era stata un po' frettolosa. Ho rettificato invitando Floriana a prendere in considerazione le tue segnalazioni. Ciao!
6 hrs
  -> Mi sembra che con le ulteriori ricerche che hai fatto tu, adesso Floriana abbia solo l'imbarazzo della scelta... :-) Buona domenica!

agree  missdutch: bravissima!
15 hrs
  -> Grazie, sofiablu, sei sempre molto gentile. :-)

agree  Umberto Cassano
15 hrs
  -> Grazie anche a te, Umberto!

agree  Alfredo Tutino: forse preferirei "intellettuali" a "intellighentsia" - che sembra quasi voler costituire gli intellettuali in 'gruppo sociale' autonomo, e quindi portatore di interessi particolari invece che di una capacità analitica "libera" e non condizionata
18 hrs
  -> Grazie, Alfredo, anche per la preferenza espressa. Credo che in tedesco (lingua della citazione originale che io peraltro non parlo) 'intelligenz' significhi sia intellettuale sia intellighentsia. Ecco perché in italiano si trovano entrambe le versioni.

agree  Alessandra Renna
21 hrs
  -> Grazie, Alessandra.

agree  Fiamma Lolli: vi dirò, avevo pensato a intellettuali ondivaghi ma ne parla solo Amos Oz a proposito dei suoi genitori, e in tutt'altro contesto.
23 hrs
  -> Grazie, Fiamma, anche per il commento (come sempre interessante :-) ).
Login to enter a peer comment (or grade)

1 hr   confidence: Answerer confidence 3/5Answerer confidence 3/5
intellettuali "liberi battitori"


Explanation:
Se lanci la ricerca in Google (non necessariamente per questo caso specifico) troverai altri riscontri.

--------------------------------------------------
Note added at 6 ore (2007-10-27 22:54:53 GMT)
--------------------------------------------------

In effetti, ad un esame più approfondito, le definizioni di "free floating intellectuals" sono quelle fornite da Monica; ne aggiungo poche altre:

INTELLETTUALI AL DI SOPRA DELLE PARTI
INTELLETTUALI LIBERI DA CONDIZIONAMENTI

e ti riporto altri links interessanti:

http://www.sociologia.uniroma1.it/users/studenti/Riassunti/R...

"... MANNHEIM: si sofferma sui condizionamenti di classe nella costruzione del pensiero riformulando in modo critico rispetto al Marx il concetto di ideologia distinguendo 2 accezioni:


particolare: l'ideologia copre solo delle osservazioni specifiche
totale:implica l'idea per cui ad un determinato gruppo e alla sua posizione sociale corrisponda una visione uniforme della realtà, con l'unisce al suo interno e lo identifica rispetto agli altri


intellettuali: categoria di delicata che grazie ad un livello superiore di istruzione può parzialmente svincolarsi dagli interessi di parte, giungendo con maggior imparzialità a cogliere i fattori più irrazionali che sotto intendono alle scelte politiche e a guidarle in senso più propriamente scientifico..."

http://www.sociologia.uniroma1.it/users/studenti/Riassunti/R...

"...LA CRITICA DI PSICOLOGISMO Ernst Lewalter: marxista, lo accusò di psicologismo, nonostante Mannheim abbia distinto tra concezione parziale (dunque psicologica) e concezione totale dell’ideologia. Critica anche il discorso relativo agli intellettuali che, afferma il critico, Mannheim vedrebbe al di sopra delle parti, come un prof. Di università...
...Tillich: rimprovera a Mannheim di aver pensato alla possibilità di una utopia conservatrice, contraddicendo, così, la sua stessa distinzione tra ideologia e utopia. Per Tillich, invece, l’utopia, vista come modo di andare oltre, è insita alla natura umana. Inoltre critica la posizione degli intellettuali visti da Mannheim liberi da condizionamenti...
...[Scuola di Francoforte] - Tale scuola ha negato la possibilità nella società industriale avanzata di una posizione intellettuale non ideologica.
MARCUSE affermando che la classe subalterna ormai è integrata, fa riferimento al sostrato dei reietti…..la loro presenza è la testimonianza dell’irrazionalità.
Gli autori criticano Mannheim di culturologia, l’indipendenza degli intellettuali sarebbe un’illusione ideologica. Per loro, gli intellettuali devono stare dalla parte degli oppressi..."

http://www.culturalstudies.it/dizionario/lemmi/studi_cultura...

"...Il consenso riunito intorno a Mannheim portò nel 1940 alla pubblicazione di una versione ampliata di Mensch und Gesellschaft im Zeitalter des Umbaus del 1935, Man and Society, oltre che della raccolta di saggi Diagnosis of Our Time. Furono principalmente due i punti di questo sforzo collettivo che suscitarono vivaci dibattiti tra pensatori laici e socialisti e stimolarono così la nascita di una disciplina progressivamente autonoma: la concezione dell’intellettuale, in parte mutuata da Benda, come chierico capace di attuare un mutamento dall’alto, e l’idea di un progressivo degrado della società in quanto società di massa..."

http://www.filosofico.net/mannheim.htm

"...Il compito di elaborare questa crescente integrazione in qualche modo anti-relativista è affidato da Mannheim agli intellettuali . Per quanto situati anch'essi entro un orizzonte storico-sociale determinato, gli intellettuali appaiono al nostro autore più autonomi degli altri uomini da "punti di vista" di parte. E' insomma all' intellighentsia e alla sua consapevolezza filosofico-sociologica che Mannheim affida la possibilità del pensiero e della stessa società di sfuggire alle insidie del relativismo..."





    Reference: http://www.farsiunidea.it/edizioni/universita/catalogo/zz_in...
Oscar Romagnone
Italy
Local time: 23:52
Works in field
Native speaker of: Native in ItalianItalian
PRO pts in category: 45

Peer comments on this answer (and responses from the answerer)
neutral  Monica M.: Per "Mannheim" + "liberi battitori" Google non dà riscontri. Il tuo suggerimento è in riferimento alla definizione di intellettuale/intellighentsia data da Mannheim o è generico?
1 hr
  -> Sì, in effetti la prima ricerca era stata un po' frettolosa. Ho rettificato invitando Floriana a prendere in considerazione le tue segnalazioni. Ciao!
Login to enter a peer comment (or grade)

4 days   confidence: Answerer confidence 4/5Answerer confidence 4/5
liberi pensatori


Explanation:
mi sembra che con questo termine si indichino abitualmente gli intellettuali dal pensiero più originale e indipendente

Antonella Sagone
Local time: 23:52
Specializes in field
Native speaker of: Native in ItalianItalian
Login to enter a peer comment (or grade)




Return to KudoZ list


KudoZ™ translation help
The KudoZ network provides a framework for translators and others to assist each other with translations or explanations of terms and short phrases.



See also:



Term search
  • All of ProZ.com
  • Term search
  • Jobs
  • Forums
  • Multiple search