cœurs de marché

Italian translation: (segmento delle birre) standard/normali

16:32 Feb 7, 2011
French to Italian translations [PRO]
Bus/Financial - Investment / Securities / marketing
French term or phrase: cœurs de marché
Cari colleghi, non trovo il corrispondente italiano per il termine in oggetto.
Grazie per ogni suggerimento.
Cristina

Le brasseur anglo-sud-africain se positionne en tant que challenger sur le marché américain avec une montée en gamme vers des bières de spécialité. En parallèle, l’entreprise se désengage des bières cœurs de marché dans les pays développés
Maria Cristina Chiarini
Italy
Local time: 09:35
Italian translation:(segmento delle birre) standard/normali
Explanation:
En fonction du degrés d'alcool, le marché est divisé en trois segments (auquel s'ajoute les bières sans alcool et les Panachés). Par ordre croissant de degré d'alcool on distingue :
1/ Les bières de luxes (ou bières standards)
2/ Les bières spéciales
3/ Les bières de spécialités
Les spéciales et les spécialités continuent de séduire les français qui délaissent le cœur de marché : les bières de luxe.
http://www.oboulo.com/impact-mondialisation-secteur-biere-47...

Segmentation produit : Spécialités et Spéciales, Luxes, Bock
Positionnement perçu : Haut de gamme, Coeur de marché (essentiel des volumes vendus), Bas de gamme
http://www.ccmp.fr/CAS_livraison/IPAC_M1184/Duyck_Euro.pdf (pagina 3)

I produttori tendono ad usare una classificazione commerciale collegata al posizionamento di marketing delle loro birre, che tiene conto non solo delle caratteristiche qualitative intrinseche del prodotto e della confezione, ma anche della particolare destinazione di consumo/canale e delle caratteristiche d'immagine. Da questo particolare punto di vista i produttori tendono a distinguere le birre secondo le seguenti fasce di mercato: le birre economiche, le birre standard, le premium (e super premium) e le specialità.

BIRRE ECONOMICHE (Saving): sono quelle destinate a coprire le fasce più basse di prezzo nei vari canali di vendita: rientrano, quindi, in questa categoria le birre vendute nei discount e le birre da primo prezzo esposte nei supermercati con marchi anonimi e senza storia, con confezioni senza pretesa e con qualità essenziale, ovviamente senza alcun sostegno pubblicitario o promozionale. Il peso di questa famiglia di prodotti è cresciuto nel tempo.

BIRRE STANDARD: sono rappresentate per lo più dai marchi nazionali più noti, con un posizionamento di prezzo medio o medio-basso, con prodotti di buona qualità, ma senza particolari caratteri distintivi, appartenenti alla categoria delle birre chiare a bassa fermentazione e con una gradazione media. Esse rappresentano delle birre da tavola destinate al quotidiano consumo e sono canalizzate nei negozi e supermercati alimentari e nei locali non specializzati. In Francia è molto utilizzata la equivalente qualificazione di “BIÈRES DE LUXE”.

BIRRE PREMIUM e SUPERPREMIUM: rispetto alle birre standard, le premium hanno una qualità più curata, delle confezioni più ricercate, un’immagine più distintiva (grazie a sforzi pubblicitari più finalizzati) e, quindi, un posizionamento di prezzo più elevato . Se questo posizionamento viene ulteriormente stressato sul piano qualitativo, dell’immagine e del prezzo si parla più propriamente di birre super premium.

Può accadere che alcuni prodotti qualificati ufficialmente come “premium” in realtà abbiano poi un posizionamento allineato alle standard o siano sottoposti ad una frequenza promozionale tale da competere di fatto sulle fasce sottostanti

Nella fascia premium e superpremium sono posizionate tutte le lager di maggior prestigio nazionale e internazionale con il supporto di importanti investimenti in pubblicità e promozione..

BIRRE SPECIALITÀ: comprendono tutte le tipologie particolari di birra che si differenziano in modo significativo rispetto alle classiche bionde, a bassa fermentazione e a media gradazione, in virtù di:
-una gradazione più elevata,
-un colore differente (rosse o scure),
-una miscela particolare di cereali (es. birre di frumento),
-una particolare aromatizzazione (es. le birre ai liquori e acquaviti),
-una diversa fermentazione rispetto a quella a bassa temperatura.
Questi prodotti tendono ad avere un posizionamento di nicchia, una destinazione orientata ai consumatori più acculturati ed un livello di prezzo generalmente superiore a quello delle birre premium. Trovano particolare sbocco nei locali birrari specializzati, ma sono presenti anche nelle grandi superfici della distribuzione moderna che intendono fornire un’immagine più qualificata e distintiva del proprio assortimento.
http://www.beverfood.com/v2/smartsection print.itemid 32.htm

Ainsi, une marque mondiale comme Stella
Artois cible généralement le segment de luxe dans le monde entier, tandis qu’une marque locale comme
Cass cible le segment des bières cœurs de marché en Corée du Sud et qu’une marque locale comme
Lakeport cible le segment des bières bon marché au Canada.
http://www.ab-inbev.com/pdf/Prospectus_Rights_Offering_2008_...

Sul segmento delle birre normali, che rappresenta la parte preponderante del mercato nazionale, ....
www.agcm.it/.../593bbd30a08dab6ec125633f00337bfb

--------------------------------------------------
Note added at 16 hrs (2011-02-08 09:29:44 GMT)
--------------------------------------------------

Ciao Maria Cristina, un'altra possibilità potrebbe essere "birre mainstream" (o main-stream)

La gran parte delle birre consumate in Italia (oltre il 51%) appartiene alla categoria delle c.d. “birre standard/main-stream” cioè le lager nazionali di media gradazione, con un posizionamento di prezzo popolare, una qualità media ed una destinazione di consumo universale. Ma le categorie di prodotto che sembrano crescere di più sono le “birre premium” e le c.d. “specialità”; queste categorie birrarie nell’assieme hanno ormai superato il 43% del totale. Le birre economiche (sulla prima fascia di prezzi) valgono solo il 3,5% e le private label sono quasi inesistenti (1,1%). mentre resta deludente il risultato delle analcoliche (meno dell’1%), nonostante nunerosi lanci di nuovi prodotti effettuati negli ultimi tempi.

Segmentando il mercato per tipologia di prodotto emerge che le birre main-stream (lager nazionali, prezzo popolare e qualità media) ...
www.mark-up.it/articoli/0,1254,41_ART_4447,00.html - Copia cache

Il mercato è suddiviso in termini di volume al 50% nelle birre main stream ...
www.mark-up.it/articoli/0,1254,41_ART_1387,00.html -

Questo, pur essendo il frutto di una strategia aziendale volta a mantenere limitata la presenza nel mercato delle birre mainstream, ...
www.scribd.com/.../A-Tutta-Birra-in-Italia-Russia-e-Cina

--------------------------------------------------
Note added at 17 hrs (2011-02-08 09:37:40 GMT)
--------------------------------------------------

Oppure volendo restare sul generico, senza ricorrere alle denominazioni di segmento, direi "birre di consumo" o "birre di grande consumo" o "di consumo corrente".
V. vari esempi con Google
Selected response from:

Silvia Carmignani
Italy
Local time: 09:35
Grading comment
grazie a entrambi ma si trattava proprio di questo
4 KudoZ points were awarded for this answer



Summary of answers provided
4(segmento delle birre) standard/normali
Silvia Carmignani
3 +1mercato di punta/primario
Pierluigi Bernardini


Discussion entries: 2





  

Answers


41 mins   confidence: Answerer confidence 3/5Answerer confidence 3/5 peer agreement (net): +1
cœur de marché
mercato di punta/primario


Explanation:
per rispondere alla tua domanda, penso che in linea di massima il concetto sia quello. In ogni caso io prediligo l'italiano e farei così, ma metto un livello di sicurezza bassino, perché non ne sono sicuro.

Vedi qua:
"Trouver votre cœur de marché
Votre cible est composée de personnes qui aime votre travail et ce que vous offrez. Ils ne viendront pas tous prendre contact avec votre entreprise.
Afin de trouver votre cible de marché, commencer par redéfinir votre cible de clients."
http://blog.dubuc-marketing.com/2009/02/26/identifier-la-cib...


--------------------------------------------------
Note added at 45 mins (2011-02-07 17:18:15 GMT)
--------------------------------------------------

se può esserti utile, questi sono due vecchi kudoz per "coeur de métier":
http://www.proz.com/kudoz/french_to_italian/marketing_market...
http://www.proz.com/kudoz/french_to_italian/marketing_market...

Pierluigi Bernardini
Italy
Local time: 09:35
Native speaker of: Native in ItalianItalian

Peer comments on this answer (and responses from the answerer)
agree  Fabiola Baraldi: esatto!
4 hrs
  -> grazie Fabiola :)
Login to enter a peer comment (or grade)

4 hrs   confidence: Answerer confidence 4/5Answerer confidence 4/5
(segmento delle birre) standard/normali


Explanation:
En fonction du degrés d'alcool, le marché est divisé en trois segments (auquel s'ajoute les bières sans alcool et les Panachés). Par ordre croissant de degré d'alcool on distingue :
1/ Les bières de luxes (ou bières standards)
2/ Les bières spéciales
3/ Les bières de spécialités
Les spéciales et les spécialités continuent de séduire les français qui délaissent le cœur de marché : les bières de luxe.
http://www.oboulo.com/impact-mondialisation-secteur-biere-47...

Segmentation produit : Spécialités et Spéciales, Luxes, Bock
Positionnement perçu : Haut de gamme, Coeur de marché (essentiel des volumes vendus), Bas de gamme
http://www.ccmp.fr/CAS_livraison/IPAC_M1184/Duyck_Euro.pdf (pagina 3)

I produttori tendono ad usare una classificazione commerciale collegata al posizionamento di marketing delle loro birre, che tiene conto non solo delle caratteristiche qualitative intrinseche del prodotto e della confezione, ma anche della particolare destinazione di consumo/canale e delle caratteristiche d'immagine. Da questo particolare punto di vista i produttori tendono a distinguere le birre secondo le seguenti fasce di mercato: le birre economiche, le birre standard, le premium (e super premium) e le specialità.

BIRRE ECONOMICHE (Saving): sono quelle destinate a coprire le fasce più basse di prezzo nei vari canali di vendita: rientrano, quindi, in questa categoria le birre vendute nei discount e le birre da primo prezzo esposte nei supermercati con marchi anonimi e senza storia, con confezioni senza pretesa e con qualità essenziale, ovviamente senza alcun sostegno pubblicitario o promozionale. Il peso di questa famiglia di prodotti è cresciuto nel tempo.

BIRRE STANDARD: sono rappresentate per lo più dai marchi nazionali più noti, con un posizionamento di prezzo medio o medio-basso, con prodotti di buona qualità, ma senza particolari caratteri distintivi, appartenenti alla categoria delle birre chiare a bassa fermentazione e con una gradazione media. Esse rappresentano delle birre da tavola destinate al quotidiano consumo e sono canalizzate nei negozi e supermercati alimentari e nei locali non specializzati. In Francia è molto utilizzata la equivalente qualificazione di “BIÈRES DE LUXE”.

BIRRE PREMIUM e SUPERPREMIUM: rispetto alle birre standard, le premium hanno una qualità più curata, delle confezioni più ricercate, un’immagine più distintiva (grazie a sforzi pubblicitari più finalizzati) e, quindi, un posizionamento di prezzo più elevato . Se questo posizionamento viene ulteriormente stressato sul piano qualitativo, dell’immagine e del prezzo si parla più propriamente di birre super premium.

Può accadere che alcuni prodotti qualificati ufficialmente come “premium” in realtà abbiano poi un posizionamento allineato alle standard o siano sottoposti ad una frequenza promozionale tale da competere di fatto sulle fasce sottostanti

Nella fascia premium e superpremium sono posizionate tutte le lager di maggior prestigio nazionale e internazionale con il supporto di importanti investimenti in pubblicità e promozione..

BIRRE SPECIALITÀ: comprendono tutte le tipologie particolari di birra che si differenziano in modo significativo rispetto alle classiche bionde, a bassa fermentazione e a media gradazione, in virtù di:
-una gradazione più elevata,
-un colore differente (rosse o scure),
-una miscela particolare di cereali (es. birre di frumento),
-una particolare aromatizzazione (es. le birre ai liquori e acquaviti),
-una diversa fermentazione rispetto a quella a bassa temperatura.
Questi prodotti tendono ad avere un posizionamento di nicchia, una destinazione orientata ai consumatori più acculturati ed un livello di prezzo generalmente superiore a quello delle birre premium. Trovano particolare sbocco nei locali birrari specializzati, ma sono presenti anche nelle grandi superfici della distribuzione moderna che intendono fornire un’immagine più qualificata e distintiva del proprio assortimento.
http://www.beverfood.com/v2/smartsection print.itemid 32.htm

Ainsi, une marque mondiale comme Stella
Artois cible généralement le segment de luxe dans le monde entier, tandis qu’une marque locale comme
Cass cible le segment des bières cœurs de marché en Corée du Sud et qu’une marque locale comme
Lakeport cible le segment des bières bon marché au Canada.
http://www.ab-inbev.com/pdf/Prospectus_Rights_Offering_2008_...

Sul segmento delle birre normali, che rappresenta la parte preponderante del mercato nazionale, ....
www.agcm.it/.../593bbd30a08dab6ec125633f00337bfb

--------------------------------------------------
Note added at 16 hrs (2011-02-08 09:29:44 GMT)
--------------------------------------------------

Ciao Maria Cristina, un'altra possibilità potrebbe essere "birre mainstream" (o main-stream)

La gran parte delle birre consumate in Italia (oltre il 51%) appartiene alla categoria delle c.d. “birre standard/main-stream” cioè le lager nazionali di media gradazione, con un posizionamento di prezzo popolare, una qualità media ed una destinazione di consumo universale. Ma le categorie di prodotto che sembrano crescere di più sono le “birre premium” e le c.d. “specialità”; queste categorie birrarie nell’assieme hanno ormai superato il 43% del totale. Le birre economiche (sulla prima fascia di prezzi) valgono solo il 3,5% e le private label sono quasi inesistenti (1,1%). mentre resta deludente il risultato delle analcoliche (meno dell’1%), nonostante nunerosi lanci di nuovi prodotti effettuati negli ultimi tempi.

Segmentando il mercato per tipologia di prodotto emerge che le birre main-stream (lager nazionali, prezzo popolare e qualità media) ...
www.mark-up.it/articoli/0,1254,41_ART_4447,00.html - Copia cache

Il mercato è suddiviso in termini di volume al 50% nelle birre main stream ...
www.mark-up.it/articoli/0,1254,41_ART_1387,00.html -

Questo, pur essendo il frutto di una strategia aziendale volta a mantenere limitata la presenza nel mercato delle birre mainstream, ...
www.scribd.com/.../A-Tutta-Birra-in-Italia-Russia-e-Cina

--------------------------------------------------
Note added at 17 hrs (2011-02-08 09:37:40 GMT)
--------------------------------------------------

Oppure volendo restare sul generico, senza ricorrere alle denominazioni di segmento, direi "birre di consumo" o "birre di grande consumo" o "di consumo corrente".
V. vari esempi con Google

Silvia Carmignani
Italy
Local time: 09:35
Specializes in field
Native speaker of: Native in ItalianItalian
PRO pts in category: 105
Grading comment
grazie a entrambi ma si trattava proprio di questo
Login to enter a peer comment (or grade)



Login or register (free and only takes a few minutes) to participate in this question.

You will also have access to many other tools and opportunities designed for those who have language-related jobs (or are passionate about them). Participation is free and the site has a strict confidentiality policy.

KudoZ™ translation help

The KudoZ network provides a framework for translators and others to assist each other with translations or explanations of terms and short phrases.


See also:

Your current localization setting

English

Select a language

Term search
  • All of ProZ.com
  • Term search
  • Jobs
  • Forums
  • Multiple search