Member since Feb '18

Working languages:
English to Italian
French to Italian
Spanish to Italian

Anna Brancaleon
Business, marketing, literature, science

Santa Cruz de Tenerife, Canarias, Spain
Local time: 07:58 WET (GMT+0)

Native in: Italian Native in Italian
  • PayPal accepted
  • Send message through ProZ.com
Feedback from
clients and colleagues

on Willingness to Work Again info
10 positive reviews
(5 unidentified)

 Your feedback
What Anna Brancaleon is working on
info
Jun 14 (posted via ProZ.com):  I finished the translation of the Sci-fi book. Keep on working on hotels websites material. ...more, + 10 other entries »
Total word count: 0

User message
I am eagerly waiting to translate your documents!
Account type Freelance translator and/or interpreter
Data security Created by Evelio Clavel-Rosales This person has a SecurePRO™ card. Because this person is not a ProZ.com Plus subscriber, to view his or her SecurePRO™ card you must be a ProZ.com Business member or Plus subscriber.
Services Translation, Editing/proofreading, Software localization, Voiceover (dubbing), Transcription, Copywriting
Expertise
Specializes in:
General / Conversation / Greetings / LettersTourism & Travel
Marketing / Market ResearchInternet, e-Commerce
InsuranceFinance (general)
AccountingPoetry & Literature
Journalism

Rates
English to Italian - Rates: 0.05 - 0.06 EUR per word / 25 - 35 EUR per hour
French to Italian - Rates: 0.05 - 0.06 EUR per word / 25 - 35 EUR per hour
Spanish to Italian - Rates: 0.05 - 0.06 EUR per word / 25 - 35 EUR per hour
Preferred currency EUR
KudoZ activity (PRO) PRO-level points: 35, Questions answered: 32, Questions asked: 9
Payment methods accepted PayPal, Wire transfer, Money order, Paysera transfer
Portfolio Sample translations submitted: 11
English to Italian: Rotor pump
General field: Tech/Engineering
Detailed field: Mechanics / Mech Engineering
Source text - English
The pump is a rotor pump, with an inner rotor and an outer rotor, eccentrically mounted in relation to each other. The inner rotor has one “tooth” less than the outer rotor.

The function of the pump is that the volume of the spaces between the inner and outer gears increases and reduces. During the first section of the rotation of the inner rotor, the volume increases, a partial vacuum occurs and oil is sucked into the inlet.

Translation - Italian
La pompa è una pompa a rotore, con un rotore interno ed un rotore esterno, montati eccentricamente l'uno rispetto all'altro. Il rotore interno ha un “dente” in meno del rotore esterno.

La funzione della pompa è di aumentare o ridurre il volume degli spazi tra gli ingranaggi di un rotore e l'altro. Durante la prima fase della rotazione del rotore interno, il volume aumenta, si forma un vuoto parziale e l'olio è aspirato nell'apertura di immissione.
English to Italian: Laser technology
General field: Medical
Detailed field: Medical: Instruments
Source text - English
The degree of tissue effect is dependent on a number of factors: tissue composition, laser wavelength, power or energy settings, and the mode of laser operation.


Glandular tissue will vaporize faster than stromal tissue. Therefore, a higher pressure must build up inside the tissue before the tissue matrix breaks apart and vaporization begins.

Translation - Italian
Il grado di effetto sul tessuto dipende da un numero di fattori: composizione del tessuto, lunghezza d'onda del laser, configurazione della sua potenza, e la modalità con cui si effettua l'operazione laser.

Il tessuto ghiandolare vaporizzerà più velocemente del tessuto stromatico. Dovrà pertanto formarsi una maggiore pressione all'interno del tessuto prima che la matrice del tessuto si rompa ed inizi la vaporizzazione.
English to Italian: Compute Engine
General field: Tech/Engineering
Detailed field: IT (Information Technology)
Source text - English
Compute Engine Features: Scalable, High-Performance Virtual Machines

Predefined Machine Types: Compute Engine offers predefined virtual machine configurations for every need from micro to instances with 32 vCPUS or 208GB of memory, in standard, high memory, and high CPU configurations.

Custom Machine Types: Create virtual machines with the shape (i.e. vCPU and memory) that is right for your workloads. By tailoring a Custom Machine Type to your specific needs you can realize significant savings.

Persistent Disks: Network storage, up to 64 TB in size, can be attached to VMs as persistent disks. You can create persistent disks in HDD or SSD formats. If a VM instance is terminated, its persistent disk retains data and can be attached to another instance. You can also take snapshots of your persistent disk and create new persistent disks from that snapshot.

Local SSD: Compute Engine offers always-encrypted local solid-state drive (SSD) block storage. Unlike standard persistent disks, local SSDs are physically attached to the server hosting the virtual machine instance offering very high input/output operations per second (IOPS) and very low latency compared to persistent disks. Local SSD sizes up to 3 TB are in Beta for any VM with at least 1 core.

Transparent Maintenance: Our innovative datacenters and Live Migration technology enable proactive infrastructure maintenance, improving reliability and security. Your live VMs are automatically moved to nearby hosts, even if your VMs are under extreme load, while underlying host machines undergo maintenance. You won't have to reboot your VMs due to host software updates or even some classes of detectable hardware failure.

Global Load Balancing: Global load-balancing technology helps you distribute incoming requests across pools of instances across multiple regions, so you can achieve maximum performance, throughput and availability at low cost.

Translation - Italian
Caratteristiche del Compute Engine: macchine virtuali scalabili ad alta prestazione.

Tipi di macchina predefiniti: Compute Engine offre configurazioni di macchine virtuali predefinite per ogni necessità, da micro a casi con 32 vCPU o 208 GB di memoria, in configurazioni standard, a grande capacità di memoria, ad uso elevato della CPU.

Tipi di macchina personalizzati: crea le macchine virtuali con la forma (i.e. processore virtuale e memoria) giusta per il tuo carico di lavoro. Adattando un tipo di macchina personalizzata alle tue necessità specifiche puoi realizzare risparmi notevoli.

Dischi persistenti: lo stoccaggio di rete, fino a 64 TB di grandezza, può essere collegato alle VM come dischi persistenti. Si possono creare dischi persistenti in formati HDD o SSD. Se un'istanza VM viene terminata, il suo disco persistente mantiene i dati e può essere collegato ad un'altra istanza. Puoi anche prendere una snapshot del tuo disco persistente e creare nuovi dischi persistenti da quella snapshot.

SSD locale: Compute Engine offre stoccaggio a blocchi sempre criptato in unità disco a stato solido locali (SSD). A differenza dei dischi persistenti standard, le SSD locali sono fisicamente collegate al server che ospita l'istanza della macchina virtuale, offrendo operazioni di input/output al secondo (IOPS) molto elevate ed una latenza molto bassa in confronto ai dischi persistenti. Le SSD locali di grandezza fino a 3 TB sono in Beta per ogni VM con almeno 1 core.

Manutenzione trasparente: i nostri innovativi centri dati e la tecnologia Live Migration consentono una manutenzione proattiva delle infrastrutture, migliorando l'affidabilità e la sicurezza. Le tue VM in corso sono automaticamente spostate su hosts vicini, anche se le tue VM sono sotto estremo carico, mentre le soggiacenti macchine ospitanti vengono sottoposte a manutenzione. Non dovrai riavviare le tue VM a causa di aggiornamenti del software dell' host o in caso di alcuni tipi di guasti hardware riscontrabili.

Bilanciamento del carico globale: la tecnologia del bilanciamento del carico globale aiuta a distribuire le richieste in entrata attraverso pool di istanze da varie regioni, affinché tu possa ottenere massima prestazione, volume e disponibilità a basso costo.
English to Italian: Needs assesment
General field: Bus/Financial
Detailed field: Insurance
Source text - English
Life insurance is a way to mitigate the risk of potential financial loss for a client. Mitigating financial risk usually refers to making something less severe, serious or painful to experience. To understand this, an advisor should first assess the potential risks that a client could be exposed to, the likelihood of such events occurring, and their impact (in financial terms).
 
Some are so unlikely that the client may decide the cost to mitigate would far outweigh any benefits that could be gained. Alternatively, they may believe that the potential impact from an event occurring makes it highly appropriate to take some form of action, either through providing a pot of money to be utilized on such an occasion, or by taking out protection cover against that eventuality occurring. Clients therefore need to consider the types of event that could have an impact, and the financial requirements that would sit alongside those events.
 
Most clients understand, in high-level terms, that an event such as death would have an important impact on their financial position, but many have either chosen not to cover themselves, or have not covered themselves to the required extent, (often as they do not fully understand the impact of this).
 
There is a significant difference between perceived needs, identified needs and established needs for protection:

Perceived needs: What the client advisor and/or the client think they need
Identified needs: After fact finding with the client, a real need is uncovered based on facts
Established needs: Client understands and knows the consequences of action or inaction.
Translation - Italian
L'assicurazione sulla vita è per il cliente un modo per ridurre il rischio potenziale di perdita finanziaria. Ridurre il rischio finanziario si riferisce di solito a rendere qualcosa meno grave, serio o doloroso da sperimentare. Per comprendere ciò, un consulente dovrebbe prima determinare i rischi potenziali a cui un cliente potrebbe essere esposto, la probabilità che tali eventi possano accadere ed il loro impatto (in termini finanziari).

Alcuni sono così improbabili che il cliente potrebbe decidere che il costo per ridurli eccederebbe di gran lunga qualsiasi beneficio che possa essere ottenuto. Alternativamente, potrebbe ritenere che l'impatto potenziale del verificarsi di un evento renda altamente appropriato intraprendere qualche azione, sia tramite l'accantonamento di risparmi da utilizzare in tale occasione, sia facendo una copertura assicurativa contro l'avverarsi di tale eventualità. I clienti pertanto hanno bisogno di considerare i tipi di eventi che potrebbero avere un impatto e le necessità finanziarie che accompagnerebbero tali eventi.

La maggior parte dei clienti comprende molto bene che un evento come la morte avrebbe un effetto notevole sulla loro posizione finanziaria, ma molti, o hanno scelto di non assicurarsi, o non si sono assicurati nella misura necessaria (spesso perché non ne comprendono pienamente l'impatto).

C'è una differenza significativa tra bisogni di protezione percepiti, bisogni di protezione identificati e bisogni di protezione accertati:

bisogni percepiti: ciò che il consulente del cliente e/o il cliente pensano di necessitare;
bisogni identificati: dopo la ricerca dei fatti con il cliente, si scopre un vero bisogno basato sui fatti;
bisogni accertati: il cliente comprende e conosce le conseguenze dell'azione o della mancata azione.
English to Italian: J'adore Dior
General field: Marketing
Detailed field: Cosmetics, Beauty
Source text - English
François Demachy, Dior Perfumer-Creator, wanted to accentuate the luminous character of J’adore eau Lumiere eau de Toilette, highlighting its contrasts, fine-tuning its facets, and renewing its freshness while staying true to its floral signature. A desire to fill it with even more light, joy and zest for life.

Joyful top notes explode and captivate, as Essence of Blood Orange awakens the senses and wets the appetite. The sweetness of Magnolia tinged with vanilla and lemon meets the quivering and lively beauty of Damascus Rose. The Essences unfurl, drawing with them Neroli from Vallauris chosen above all others for its unique accents. As radiant as the white of its petals, as warm as the golden Mediterranean sun. An intense flower that casts its light and lets J’adore shine.

Prolong your fragrance signature and enhance your skin with the J'adore bath ritual. This light and gentle milky lotion enriched with Cotton Nectar and Jasmine Blossom Extract moisturizes and enhances the skin. The delicate scent of the Beautifying Body Milk subtly recreates the J'adore floral signature.
Translation - Italian
François Demachy, profumiere creatore per Dior, ha voluto accentuare il carattere luminoso di J'adore Eau Lumière Eau de Toilette, mettendo in risalto i suoi contrasti, affinando le sue sfaccettature e rinnovando la sua freschezza pur rimanendo fedele alla sua firma floreale. Un desiderio di riempirla con ancora più luce, gioia e voglia di vivere.

Gioiose note superiori esplodono e catturano mentre l'essenza di arancia sanguigna risveglia i sensi e stuzzica l'appetito. La dolcezza della magnolia con un tocco di vaniglia e limone incontra la fremente e vivace bellezza della rosa damascena. Le essenze si dispiegano, trascinando con sè quella del neroli di Vallauris, scelta sopra tutte le altre per i suoi accenti unici. Radiosa e bianca come i suoi petali, calda come il sole dorato del Mediterraneo. Un fiore intenso che getta luce e fa risplendere J'adore.

Prolunga il tuo profumo e migliora la tua pelle con il bagno rituale J'adore. Questa leggera e delicata crema al latte arricchita con nettare di cotone ed estratti di fiori di gelsomino, idrata e rende più bella la pelle. La fragranza delicata del Beautifying Body Milk ricrea sottilmente la firma floreale di J'adore.
English to Italian: Visit Paris
General field: Marketing
Detailed field: Tourism & Travel
Source text - English
Springtime is upon us, which means that there’s no better time of year to enjoy the City of Lights. Strolling tree-lined boulevards is an ideal occupation for locals and travelers alike, and enjoying the romantic atmosphere of the city’s many green spaces is one Parisian activity that is absolutely free.

Although the Tuileries and Luxembourg gardens might get all the attention, you can experience Paris in bloom in dozens of smaller gardens off the beaten path. Why fight crowds when you can visit the oldest tree in Paris at the Square RenéViviani on the Left Bank? The false acacia was brought from Virginia in 1601, and now resides in a park with a gorgeous view of Notre-Dame.

For a bit of excitement on a sleepy Sunday night, the JardinTino Rossi is the place to go. This narrow piece of land along the Seine at the Quai St.-Bernard is the favorite haunt of singers, musicians, and dancers coming from the Rue Mouffetard market in spring and summer, and they often make music long into the night.

Whatever your perfect way to celebrate the season, France.com offers a Paris travel package that is sure to make you fall in love with la vie parisienne.
Translation - Italian
La primavera è alle porte, e questo significa che non c'è momento migliore dell'anno per apprezzare la Ville Lumière. Passeggiare per i viali alberati è un'occupazione ideale sia per i residenti sia per i visitatori, e godere dell'atmosfera romantica dei molti spazi verdi della città è un'attività parigina totalmente gratuita.

Sebbene i giardini delle Tuileries e del Lussemburgo possano attirare tutta l'attenzione, si può sperimentare Parigi in fiore in dozzine di giardini minori fuori dai sentieri battuti. Perché lottare con la folla quando si può visitare l'albero più antico di Parigi nella piazza René Viviani sulla Rive gauche? Questa robinia fu portata dalla Virginia nel 1601 ed ora risiede in un parco con una vista stupenda di Notre Dame.

Per un po' di vita in una sonnolenta domenica notte, il Jardin Tino Rossi è il posto dove andare. Questo stretto pezzo di terra lungo la Senna al quai St.-Berdard è, in primavera ed estate, la meta preferita di cantanti, musicisti e danzatori provenienti dal mercato di rue Mouffetard, e spesso suonano fino a tarda notte.

Qualunque sia il proprio modo ideale di celebrare la stagione, France.com offre un pacchetto di viaggio a Parigi che sicuramente farà innamorare della "vie parisienne".
English to Italian: Best seller novel
General field: Art/Literary
Detailed field: Poetry & Literature
Source text - English
JAMIE THUMBED THROUGH his phone as we settled in on a blanket in the sand, feet facing the waves, the beach still dark. He landed on Chad Lawson’s The Piano album, adjusting the volume before setting his phone down between us and reaching into the brown paper bag on his lap. He handed me one burrito before retrieving his and setting the brown bag aside, using his shoes to weigh it down against the wind.

I couldn’t believe he’d convinced the cab driver to take us through the only 24-hour breakfast drive-thru in town, but I was happy he had been smart enough to realize neither of us was in shape to drive. He cracked the seal on a Vitamin Water and took a long pull before passing it to me.

“Think this will save us from a hangover?” I asked, taking a sip before passing the bottle back to him. He replaced the lid and we both went to work unwrapping the tin foil around our breakfast burritos — mine bacon, his sausage.

“I think it’s one of my more brilliant ideas. What cures a hangover better than greasy eggs, Vitamin Water, and the beach?”

“So modest,” I chided, taking my first bite. The sarcasm died on my lips after that. “Homahgawd.” I groaned, taking another bite as Jamie watched me, chuckling.

“You’re welcome.”

I grinned through a full mouth, but didn’t say anything else. For a while, we just listened to the smooth melodies owing from Jamie’s phone as we ate and shared that one drink between us. Dawn was on the horizon, the beach glowing first in a cool pool of blue before taking on a soft purple hue. I was still in the thin tank top I’d stripped down to at the party and I shivered a bit against the cool breeze rolling in o the waves.

“Here,” Jamie said, unbuttoning his shirt the rest of the way down. He yanked his tie o before shaking one arm out and then the other. I tried to argue with him, at least I thought I did, but my voice must have been just as stuck in my throat as my eyes were on his chest. His bare, beautiful chest. He draped his shirt over my shoulders, the fabric still warm from him, dripping in his scent, and I sighed with the comfort it brought.

“Thank you.” I peeled at the foil covering my burrito, eyes on the water. “So, you excited to get out of here? Ready to cause trouble at UC San Diego?”

He smirked, but offered a single shrug. “Yes and no. Remember our talk over Christmas break?”

I nodded.

“I’m still feeling a bit of all that. Don’t get me wrong, I’m excited for this next chapter and all that, but it’s still a little scary.”

“It’d be weird if you weren’t scared,” I reminded him, and he gave me a small smile. I could tell he didn’t want to talk about the future anymore, and in a way I didn’t blame him. Up until that point in our lives, high school had been our biggest and best experience. It was hard to imagine a future where the things that mattered to us then would only be a distant memory.

When we finished our burritos, we both leaned back on our palms, watching as the sun began its slow ascent. There was always so much hype around sunsets on the west coast of Florida, but I found even more beauty in the sunrises on our coast. There was something about being so close to the ocean at the dawn of a new day, filled with new possibilities.

“You’ve been avoiding me,” I said after a while, keeping my eyes on the horizon just past my toes.

“Not just you.”

“I know,” I clarified. “I just thought maybe you’d call me. Or want to go for a drive. Or...” I didn’t know what else to say, so I let my sentence fade on the breeze.

“I wanted to,” Jamie said, adjusting the weight on the heels of his hands. “I don’t know. Jenna hit me at a time that was already so hard for me, you know?” A line formed between his brows. “My parents were high school sweethearts.”

The weight of that statement hit me hard in the chest. What he meant to say was that he wanted what his parents had, and he thought Jenna was the key to that. I suddenly realized her breaking up with him was the best thing that could have happened to me. Even then, when I was still in denial about my addiction, the thought of him marrying my best friend nearly caused me to gasp out loud.

“It’s okay that Jenna wasn’t the one.”

“I know,” he said quickly. “I think I always knew. She was fun, we clicked, had some great times together. But there was something missing.” He turned to me then, eyes boring into the side of my face because I refused to meet that stare.

“You’ll find someone,” I said softly, eyes still on the waves. They were bathed in a pinkish-orange glow as the sun struggled to wake up our part of the world.

“Well,” he said loudly, sitting up straighter. “I don’t like leaving my life to chance. So, I have a proposition.” I met his eyes then, and they were playful — mischievous. “If you’re game, that is.”

“Why do I feel like I should run right now?”

Jamie laughed, and it was the first time I’d seen his real smile break through that night — teeth bright, skin wrinkled at the corners of his eyes. “I say we make a pact.”

“A pact?”

He nodded. “If neither of us are married by the time we’re thirty, we marry each other.”

“Oh my God,” I scoffed, leaning up to mirror his new posture. “That is so stupid, Jamie. It’s also the plot line for every cheesy Rom Com ever.”

He shrugged, wiping the sand from his hands and gazing back out at the water. “Sounds like someone is scared.”

“I’m not scared. It’s dumb.”
“Mm-hmm.”
“I’m going to be married by thirty, Jamie. And you’re definitely going to be locked down by then.”
“So then you have nothing to worry about.” He challenged me for the second time that night, eyes sparking to life as they met mine. He extended his hand. “If we’re not married in twelve years, you become Mrs. Shaw.”

I swallowed hard at his words. Mrs Shaw. “That’s not fair. You turn thirty before me.”

Jamie shrugged again. “My pact, my terms. Do we have a deal?” He thrust his hand out farther, and I stared at it, brows bent as I chewed my cheek. Finally, I rolled my eyes and gripped his hand with my own, shaking it three times. “Fine. But this is dumb, and pointless.”

Jamie just grinned.

“You’re so weird,” I said, getting in the last word on my feelings about the stupid pact.

“Yeah, but you love me anyway.” He winked, stealing the Vitamin Water from the space between us and draining the last of it before leaning back on his hands again.

I didn’t think too long about the fact that he’d said I loved him, or the possibility that he might be right. I didn’t think about the pact or what would happen in twelve years, because Jamie was leaving, and I was staying.

Mom grounded me for the first month of that summer and I had to pay to replace the carpets, but I didn’t even care. It was worth it to have that first shot of Whiskey, to eat breakfast burritos on the beach and make stupid promises we wouldn’t keep.

That was supposed to be the last night I saw Jamie Shaw.

I let him go, just like I was supposed to, and I did my best to never think about him again. Not that summer when I saw him around town, not that fall when he left for California and I stayed behind, not even when I applied to Alder University knowing it was in the same city as the University of California San Diego. I avoided looking at his social media, too. Eventually, as senior year kicked into gear and my focus became my own graduation, I really did start to let him go.

But as fate would have it, that wasn’t my last night with Jamie Shaw.
Not even close.
Translation - Italian
JAMES CERCAVA nel suo telefono mentre ci sistemavamo su una coperta sulla sabbia, i piedi rivolti alle onde, la spiaggia ancora scura. Atterrò sull’album di Chad Lawson The Piano, regolando il volume prima di mettere giù il telefono tra noi due e infilando una mano nel sacchetto di carta marrone sul suo grembo. Mi passò un burrito prima di estrarre il suo, mettendo da parte il sacchetto marrone e usando le sue scarpe per bloccarlo dal vento.

Non potevo credere che fosse riuscito a convincere il tassista a portarci a fare colazione nell’unico takeaway dall’auto sempre aperto in città, ma ero felice che fosse stato abbastanza lucido da rendersi conto che nessuno di noi era in grado di guidare. Ruppe il sigillo di una bottiglia di Vitamin Water (acqua vitaminizzata n.d.t.) e fece una lunga bevuta prima di passarla a me.

“Pensi che questo ci salverà dai postumi di una sbornia?” chiesi, prendendo un sorso prima di ripassargli la bottiglia. Rimise il tappo e ci mettemmo entrambi all’opera a scartare la sottile stagnola intorno alle nostre prime colazioni: i burritos - il mio con bacon, il suo con salsiccia.

“Penso che sia una delle mie idee più brillanti. Che cosa cura una sbronza meglio di uova unte, Vitamin Water e la spiaggia?”

“Che modesto” lo rimproverai, dando il mio primo morso. Detto ciò, il sarcasmo morì sulle mie labbra. “Oddiommio” gemetti, dando un altro morso, mentre Jamie mi guardava, ridacchiando.

“Non c’è di che”.

Feci un gran sorriso con la bocca piena, ma non dissi nient’altro. Per un po’ stemmo solo ad ascoltare le dolci melodie che venivano dal telefono di Jamie mentre mangiavamo e ci passavamo quell’unica bevanda. L’alba era all’orizzonte, la spiaggia dapprima un bagliore in una macchia blu ghiaccio che si trasformò poi in un morbido porpora. Indossavo ancora solo la fine canottiera in cui ero rimasta spogliandomi alla festa e rabbrividivo un po’ in faccia alla fresca brezza portata dalle onde.

“Tieni” disse Jamie, sbottonandosi interamente la camicia. Strattonò la cravatta prima di scrollarsi fuori un braccio e poi l’ altro. Cercai di obiettare, o almeno pensai di averlo fatto, ma la voce deve essermi rimasta bloccata in gola quanto i miei occhi lo erano sul suo petto. Il suo nudo, bellissimo petto. Mi cinse le spalle con la sua camicia, il tessuto ancora caldo del suo corpo, pieno del suo profumo, e sospirai per il conforto che ciò mi procurò.

“Grazie”. Mi trastullai con la stagnola del mio burrito, lo sguardo all’acqua. “Allora, eccitato di andartene da qui? Pronto a fare guai all’Università di San Diego?”

Fece un sorrisetto, ma offrì una scrollata di spalle. “Sì e no. Ti ricordi la nostra conversazione durante la pausa natalizia?”

Annuii.

“Mi sento ancora un po’ così. Non fraintendermi, sono eccitato per questo prossimo capitolo e tutto quanto, ma mi fa ancora un po’ paura”.

“Sarebbe strano se non fosse così” gli ricordai, e mi donò un piccolo sorriso. Si capiva che non voleva più parlare del futuro, e in un certo modo non lo biasimavo. Fino a quel punto della nostra vita, le scuole superiori erano state la nostra più grande e migliore esperienza. Era difficile immaginare un futuro in cui le cose che erano importanti per noi allora, sarebbero diventate soltanto un lontano ricordo.

Quando finimmo i nostri burritos, entrambi ci appoggiammo indietro con le mani, guardando il sole che iniziava la sua lenta ascesa. Si faceva sempre un gran parlare dei tramonti sulla costa occidentale della Florida, ma io trovavo ancora più bellezza nel sorgere del sole sulla nostra costa. C’era qualcosa di speciale nell’essere così vicini all’oceano all’alba di un nuovo giorno, ricco di nuove possibilità.

“Mi stai evitando” gli dissi dopo un po’, tenendo lo sguardo sull’orizzonte giusto aldilà dei miei alluci.

“Non solo te”.

“Lo so” chiarii. “Pensavo solamente che magari mi avresti chiamata. O saresti voluto andare in giro con l’ auto. O...” Non sapevo che altro dire, così lasciai la mia frase dissolversi sulla brezza.

“Volevo farlo” disse Jamie, sistemando il peso sui palmi delle mani. “Non so. Jenna mi ha colpito in un periodo che era già così difficile per me, sai?” Si formò una ruga tra le sue sopracciglia. “I miei genitori erano innamorati ai tempi delle superiori”.

Il peso di quella affermazione mi colpì duramente al petto. Quello che intendeva dire era che lui voleva ciò che i suoi genitori avevano avuto, e pensò che Jenna fosse la chiave per questo. Mi resi conto improvvisamente che la sua rottura con lui era stata la cosa migliore che mi fosse potuta capitare. Anche allora, quando ancora negavo la mia dipendenza, il pensiero che lui sposasse la mia migliore amica quasi mi toglieva il fiato in gola.

“Non importa che Jenna non fosse la persona giusta”.

“Lo so” disse rapidamente. “Penso di averlo sempre saputo. Era divertente, ci intendevamo, abbiamo avuto dei bei grandi momenti insieme. Ma mancava qualcosa”. Si girò allora verso di me, gli occhi che penetravano ai lati del mio viso perché mi rifiutavo di incontrare quello sguardo.

“Troverai qualcuno” dissi soavemente, con lo sguardo ancora rivolto alle onde. Erano tinte in una luce rosata-arancione mentre il sole lottava per svegliare la nostra parte del mondo.

“Beh” disse forte, sedendosi più eretto. “Non mi piace lasciare la mia vita al caso. “Pertanto, ho una proposta”. Incontrai i suoi occhi allora, ed erano giocosi - maliziosi. “Ossia, se stai al gioco”.

“Perché sento l’impulso di correre via ora?”

Jamie rise, e fu la prima volta in cui vidi il suo vero sorriso prorompere quella notte - i denti splendenti, la pelle corrugata agli angoli dei suoi occhi. “Dico che facciamo un patto”.

“Un patto?”

Annuì. “Se nessuno di noi è sposato per l’età di trent’anni, ci sposiamo”.

“Oh Dio mio” lo derisi, sedendomi retta per uguagliare la sua nuova postura. “È così stupido, Jamie. È una trama degna di una commedia romantica da due soldi.”

Si scrollò nelle spalle, sfregando via la sabbia dalle mani e tornando a fissare l’acqua. “Sembra che qualcuno abbia paura”.

“Non ho paura. È sciocco”.
“Mm mm”.
“Sarò sposata per i trenta, Jamie. E tu sarai decisamente inaccessibile per allora”.
“Pertanto non hai nulla di cui preoccuparti”. Mi sfidò per la seconda volta quella notte, con gli occhi che scintillavano di vita nell’incontrare i miei. Mi tese la mano. “Se non siamo sposati fra dodici anni, tu diventi la signora Shaw.”

Feci fatica a deglutire alle sue parole. La signora Shaw. “Non è giusto. Tu farai trent’anni prima di me.”

Jamie fece di nuovo le spallucce. “È il mio patto, alle mie condizioni. Affare fatto?” Spinse la mano verso di me ulteriormente, ed io la fissai con gli occhi storti mentre mi mordevo la guancia. Alla fine, alzai gli occhi al cielo e strinsi la sua mano con la mia, scuotendola tre volte. “Va bene. Ma questo è stupido, e senza senso”.

Jamie fece solo un gran sorriso.

“Sei così strano” dissi, dando l’ultima parola sulle mie impressioni riguardo a quello stupido patto.

“Sì, però mi ami lo stesso”. Mi fece l’occhiolino, rubando la Vitamin Water dallo spazio tra di noi e bevendo le ultime gocce prima di reclinarsi di nuovo sulle sue mani.

Non pensai troppo a lungo al fatto che aveva detto che lo amavo, o alla possibilità che avesse ragione. Non pensai al patto o a cosa sarebbe successo dopo dodici anni, perché Jamie se ne stava andando, ed io sarei rimasta.

La mia mamma mi aveva messa in punizione per il primo mese di quell’estate e dovevo pagare per sostituire i tappeti, ma nemmeno mi importava. Era valsa la pena farmi quella prima bevuta di whisky, mangiare burritos a colazione sulla spiaggia e fare stupide promesse che non avremmo mantenuto.

Quella avrebbe dovuto essere l’ultima notte in cui avrei visto Jamie Shaw.

Lo lasciai andare, proprio come avrei dovuto, e feci del mio meglio per non pensare mai più a lui. Non quell’estate in cui lo vidi in giro per la città, non quell’autunno quando partì per la California ed io mi trattenni, nemmeno quando feci domanda all’Università di Alder sapendo che era nella stessa città dell’Università della California, San Diego. Evitai anche di guardare i suoi media sociali. Alla fine, quando cominciò l’ultimo anno ed il centro della mia attenzione divenne il mio diploma, cominciai realmente a lasciarlo andare.

Ma il destino volle che quella non fosse la mia ultima notte con Jamie Shaw.

Tutt’altro.
French to Italian: Sur le chemin de Compostelle au Pays basque
General field: Marketing
Detailed field: Tourism & Travel
Source text - French
Envie de sérénité? Inutile de partir par monts et par vaux ! Empruntez plutôt le Chemin de Compostelle! Pas besoin d’être croyant pour le parcourir. Il suffit d’avoir envie de se trouver face à soi-même… et à des paysages magnifiques! On vous propose d’en suivre quelques étapes en Pays basque, aux portes de l’Espagne.


Des maisons nobles à Saint-Palais !

A Saint-Palais, au Pays basque, vous allez rencontrer du beau linge ! D’abord les maisons elles-mêmes. Car ici, aussi surprenant que ça puisse paraître, les maisons pouvaient être anoblies. C’est le cas de la maison des Têtes ou maison d’Endoy-Ohyenart. Elle a été anoblie au XVIe siècle par le roi de Navarre, Henri II. C’était d’ailleurs le moyen d’accéder au rang de la noblesse : on achetait une maison noble pour devenir noble. Il n’y avait pas de noblesse de sang.

Du beau linge, vous en croiserez aussi sur les façades des maisons. La maison des Têtes tient son nom des têtes qui y sont sculptées en bas-relief. L’une des hypothèses sur leur signification serait qu’elles représenteraient les derniers rois de Navarre. De gauche à droite : Henri II, Jeanne d’Albret et Henri III de Navarre, le futur Henri IV de France. Les deux dernières têtes datent des travaux d’agrandissement de la maison au XVIIe siècle : une femme (peut-être une occupante de la maison) et un diable. Dans la rue, vous verrez d’autres maisons remarquables du XIIIe siècle.

Mais pour toucher véritablement du beau linge, il faut se rendre dans le quartier des Cagots, chez Ona Tiss, un atelier de tissage. Cet atelier a été créé par François Hourcade, pour se lancer dans la toile à espadrille, quand la chaussure en toile se développait à Mauléon. Aujourd’hui, l’atelier tisse surtout du linge de maison, en faisant le pari de la qualité à toutes les étapes : fil, teinture, tissage et couture.


On y retrouve les fameuses rayures typiques du tissage basque. Mayalen Pondaven Hourcade, petite-fille du fondateur, nous en raconte l’origine. « On a mis une toile sur le dos des bœufs pour les protéger du soleil et des insectes. Chaque tissu avait une rayure de couleur bleue plus ou moins large, pour déterminer l’appartenance des bêtes à une ferme. Comme il y a 7 provinces au Pays basque, on a décidé qu’il y aurait 7 rayures sur la toile basque. » Pour avoir du beau linge chez vous, vous savez maintenant où aller !
Translation - Italian
Voglia di serenità? Inutile partire per mari e per monti! Utilizzate piuttosto il cammino di Santiago di Compostela! Non c'è bisogno di essere credenti per percorrerlo. È sufficiente avere voglia di trovarsi faccia a faccia con sé stessi...e con dei paesaggi stupendi! Vi proponiamo di seguirne qualche tappa nei Paesi Baschi, alle porte della Spagna.

Case nobili a Saint-Palais!

A Saint-Palais, nei Paesi Baschi, troverete della buona stoffa! Prima di tutto le case stesse. Perché qui, per quanto sorprendente possa sembrare, le case potevano essere nobilitate. È il caso della casa delle Teste o casa d'Endoy-Ohyenart: è stata nobilitata nel XVI secolo dal re di Navarra, Enrico II. Era all'epoca il mezzo per accedere al rango della nobiltà: si comprava una casa nobile per diventare nobili. Non c'era nobiltà di sangue.

Della buona stoffa la incontrerete anche sulle facciate delle case. La casa delle Teste deve il suo nome alle teste che vi sono scolpite in bassorilievo. Una delle ipotesi sul loro significato sarebbe che esse rappresenterebbero gli ultimi re di Navarra. Da sinistra a destra: Enrico II, Giovanna d'Albret ed Enrico III di Navarra, il futuro Enrico IV di Francia. Le ultime due teste rimontano ai lavori d'ampliamento della casa nel secolo XVII: una donna (forse un'occupante della casa) e un diavolo.
Per la strada, vedrete altre case mirabili del XIII secolo.

Ma per toccare realmente della buona stoffa, bisogna recarsi nel quartiere dei Cagots, presso Ona Tiss, un laboratorio di tessitura. Questo laboratorio fu creato da François Hourcade per lanciarsi nella tela per le espadrilles, quando la scarpa in tela si stava sviluppando a Mauléon. Oggi il laboratorio tesse soprattutto biancheria per la casa, puntando sulla qualità in tutte le fasi: filatura, tintura, tessitura e cucitura.

Vi si ritrovano le famose righe tipiche della tessitura basca. Mayalen Pondaven Hourcade, nipote del fondatore, ce ne racconta l'origine: ”Si mise una tela sul dorso dei buoi per proteggerli dal sole e dagli insetti. Ogni tessuto aveva una rigatura di colore blu piú o meno larga, per determinare l'appartenenza del bestiame ad una fattoria. Essendoci 7 province nei Paesi Baschi, si decise che ci sarebbero state 7 righe sulla tela basca.” Per avere della buona biancheria sapete ora dove andare!
Spanish to Italian: Notas a las cuentas anuales
General field: Bus/Financial
Detailed field: Accounting
Source text - Spanish
Adicionalmente a los impactos anteriormente citados, el Patrimonio neto consolidado refleja el efecto sufrido en la evolución del negocio operativo tras la ralentización, e incluso parada en algunos casos, de forma generalizada de las actividades de *** desde inicios del mes de agosto, especialmente, en el último trimestre de 2015.Todo ello se ha generado como resultado de la progresiva disminución de la posición de liquidez de la Compañía, a partir de los problemas de acceso a los mercados de deuda y capitales, unido ala cancelación o no renovación de líneas de crédito de circulante por importe aproximado de 1.000 millones de euros desde dicha fecha y cuya
consecuencia, en el último término, ha sido la presentación de la comunicación prevista en el artículo 5 bis de la Ley Concursal.

Los Administradores confían en poder alcanzar un acuerdo final con los acreedores y que, una vez firmado dicho acuerdo, el cumplimiento del Plan de Viabilidad asociado a la capacidad del Grupo para generar recursos de sus operaciones permitirá la recuperación de la confianza del mercado, la estabilización de la posición de liquidez de la compañía y continuar progresando positivamente en el futuro.
Translation - Italian
In aggiunta agli impatti citati anteriormente, il patrimonio netto consolidato riflette l'effetto subito negli sviluppi della gestione operativa dopo il rallentamento generale fino alla sospensione in alcuni casi, delle attività di *** dall'inizio del mese di agosto, specialmente nell'ultimo trimestre del 2015. Tutto ciò si è generato come risultato della progressiva diminuzione della posizione di liquidità della società, a partire dai problemi di accesso ai mercati di indebitamento e di capitale, unito alla chiusura o al mancato rinnovo di linee di credito per l'attivo circolante per un importo approssimato di un miliardo di euro da tale data e la cui conseguenza è stata la presentazione, nell'ultimo trimestre, della comunicazione prevista dall'articolo 5 bis della legge concorsuale.

Gli amministratori confidano di poter raggiungere un accordo finale con i creditori e che, una volta firmato tale accordo, il compimento del piano di risanamento associato alla capacità del gruppo di generare risorse dalle sue operazioni permetterà il recupero della fiducia da parte del mercato, la stabilizzazione della posizione di liquidità della società e di continuare a progredire nel futuro.
Spanish to Italian: ¿Robarán los robots nuestros empleos?
General field: Art/Literary
Detailed field: Journalism
Source text - Spanish
Un tercio de los puestos de España peligrará en 2030 por la automatización

Los hombres y aquellos con menor formación se verán más perjudicados por la transformación tecnologica

Madrid 21 FEB 2018

Los trabajadores españoles pueden estar tranquilos respecto a la amenaza que supone la inteligencia artificial y los robots, pero solo a corto y medio plazo. Porque en 2030, un 34% de los puestos podrían estar en riesgo por el progresivo proceso de automatización, según alerta el estudio Will robots steal our jobs? (¿Robarán los robots nuestros empleos?), elaborado por PwC y que analiza la situación en 27 países.

No es la primera vez que un informe habla del peligro que supone la automatización para el mercado laboral tradicional. Hace casi dos años, la OCDE colocaba a España como el tercer país más afectado —tras Alemania y Austria— por la sustitución de empleos por las máquinas. Pero la consultora ofrece ahora un calendario con tres fases y detalla cifras por sectores y sexos.

PwC establece tres etapas bien diferenciadas: la primera, hasta principios de 2020, en la que se producirá la automatización de las labores más sencillas —en esta, el empleo en peligro en España es de solo el 3%—; la segunda, hasta mediados de la próxima década, aumentará el riesgo hasta el 21% del empleo; y la tercera, en torno a 2030, en la que la automatización no afectará solo a las tareas rutinarias, sino también a las destrezas manuales y la resolución de problemas en tiempo real. Aquí el efecto se contagiará ya al 34% de los puestos españoles.

Además de ir a más en el tiempo, la automatización también dará ganadores y perdedores. En España, en 2030 afectará al 39% de los hombres y solo al 28% de las mujeres. Y por sectores, dañará más a los empleados en niveles de formación bajo (44%) o medio (39%) que a los de nivel alto, con solo un 14%.

Los sectores más afectados por la automatización serán el transporte, logística e industria, que podrían llegar a perder entre el 52% y el 45% de los puestos.

Para los sectores de alimentación y distribución las previsiones son más moderadas (34%), mientras que la educación tendrá un efecto muy reducido, con solo el 8% de los empleos en riesgo. En los 27 países analizados, la primera fase de automatización afectará a entre el 1% y el 4% de los empleos, mientras que a partir de 2030 la automatización será más crítica para las economías con mayor peso de la industria, alcanzando el 44% en el caso de Eslovaquia, el 39% en Italia y el 37% en Alemania.
Translation - Italian
Un terzo dei posti di lavoro in Spagna sarà in pericolo nel 2030 per l' automatizzazione

Gli uomini e chi ha una bassa formazione si vedranno più pregiudicati dalla trasformazione tecnologica

Madrid 21 FEB 2018

I lavoratori spagnoli possono stare tranquilli rispetto alla minaccia che pongono l'intelligenza artificiale ed i robot, ma solo nel breve e medio periodo. Perché nel 2030 il 34% dei posti potrebbe essere a rischio per il progressivo processo di automatizzazione, secondo quanto avvisa lo studio Will robots steal our jobs? (Ruberanno i robot il nostro lavoro?), elaborato da PwC e che analizza la situazione in 27 paesi.

Non è la prima volta che un rapporto parla del pericolo che pone l'automatizzazione per il mercato del lavoro tradizionale. Quasi due anni fa, la OCDE indicava la Spagna come il terzo paese più colpito – dopo la Germania e l'Austria – per la sostituzione di impieghi con macchine. Però la società di consulenza offre ora un calendario a tre fasi ed aggiunge cifre per settore e sesso.

PwC stabilisce tre tappe ben differenziate: la prima, fino agli inizi della decada del 2020, in cui si produrrà l'automatizzazione dei lavori più semplici – in questa tappa l'occupazione in pericolo in Spagna è solo del 3%; - la seconda, fino a metà della prossima decada, in cui aumenterà il rischio fino al 21% dell'occupazione - e la terza, intorno al 2030, in cui l'automatizzazione non colpirà solo i compiti ripetitivi, bensì anche le abilità manuali e la risoluzione di problemi in tempo reale. Qui l'effetto contagerà già il 34% dei posti di lavoro spagnoli.

Oltre ad aumentare nel tempo, l'automatizzazione produrrà anche vincitori e perdenti. In Spagna nel 2030 colpirà il 39% degli uomini e solo il 28% delle donne. E per settori, danneggerà di più i lavoratori a livelli di formazione basso (44%) o medio (39%) che quelli a livello alto, con solo il 14%.

I settori più affetti dall'automatizzazione saranno il trasporto, la logistica e l'industria, che potrebbero giungere a perdere tra il 52% ed il 45% dei posti.

Per i settori dell'alimentazione e della distribuzione le previsioni sono più moderate (34%), mentre l'educazione avrà un effetto molto ridotto, con solo l'8% degli impieghi a rischio. Nei 27 paesi analizzati, la prima fase di automatizzazione colpirà tra l'1% ed il 4% delle occupazioni, mentre a partire dal 2030 l'automatizzazione sarà più critica per le economie in cui l'industria incide maggiormente, raggiungendo il 44% nel caso della Slovacchia, il 39% in Italia ed il 37% in Germania.
Spanish to Italian: Càdiz
General field: Marketing
Detailed field: Tourism & Travel
Source text - Spanish
Comunidad autónoma: Andalucía
Provincia/Isla: Cádiz

Fundada hace unos 3.000 años por los fenicios, Cádiz es la ciudad más antigua de Occidente. Los diferentes pueblos que aquí se asentaron dejaron una impronta cultural, cuya influencia aún perdura en el carácter de los gaditanos. Esta península, en plena costa atlántica andaluza, ha sabido conservar un importante legado histórico fruto de su importancia comercial junto a excelentes playas y una exquisita cocina regional. La Costa de la Luz, repartida entre las provincias de Huelva y Cádiz, ofrece , además, multitud de destinos que compaginan cultura y ocio. Y para los amantes del medio natural, nada mejor que recorrer el Parque Nacional de Doñana, declarado Patrimonio de la Humanidad por la UNESCO.

Muestra Cinematográfica del Atlántico "Alcances". Cádiz.

Se trata de un certamen en el que además de la programación en la sección oficial de cortometrajes de producción española, se proyectan películas europeas, iberoamericanas y asiáticas y se proponen otras actividades paralelas como exposiciones, recitales de música contemporánea, representaciones teatrales, seminarios, así como homenajes y ciclos dedicados a figuras del cine internacional.

Festival Iberoamericano de Teatro de Cádiz. Cádiz.

Desde 1986 se celebra anualmente el Festival Iberoamericano de Teatro de Cádiz (FIT) en diferentes escenarios de la ciudad.
Un punto de encuentro que reúne a compañías españolas e iberoamericanas con espectáculos en torno a las artes escénicas. Representaciones teatrales, montajes y una gran oferta de actividades complementarias conforman el programa del certamen.

Fiestas de Carnaval de Cádiz. Cádiz.

Cádiz prepara sus famosos carnavales durante todo el año. Un disfraz y ganas de divertirse es lo único que necesita para disfrutar de esta fiesta alegre y original como pocas.

El Carnaval de Cádiz es conocido mundialmente por ser una fiesta “de la calle”. Son once días de diversión continua, originalidad y, sobre todo, participación popular. La ciudad entera se transforma, llenándose de gente que sale a reír y a hacer reír, a cantar y, en definitiva, a pasarlo bien. Si usted también quiere vivir los alegres carnavales de Cádiz, conviene que realice los preparativos con bastante antelación, ya que es uno de los acontecimientos más esperados que, cada año, atrae a miles de personas.
Translation - Italian
Comunità autonoma: Andalusia
Provincia/Isola: Cadice

Fondata circa 3.000 anni fa dai fenici, Cadice è la città più antica dell'occidente. I vari popoli che qui si stabilirono lasciarono un'impronta culturale la cui influenza tuttora perdura nel carattere dei gaditani. Questa penisola, in piena costa atlantica andalusa, ha saputo conservare un'importante eredità storica frutto della sua importanza commerciale unita ad eccellenti spiagge ed una squisita cucina regionale. La Costa della Luce, ripartita tra le province di Huelva e Cadice, offre inoltre numerose destinazioni che combinano cultura e svago. E per gli amanti dell'ambiente naturale, niente di meglio che percorrere il Parco Nazionale di Doñana, dichiarato patrimonio dell'umanità dall'UNESCO.

Mostra cinematografica dell'Atlantico “Alcances”. Cadice.

Si tratta di un concorso nel quale oltre alla programmazione nella sezione ufficiale di cortometraggi di produzione spagnola, si proiettano pellicole europee, ibero-americane e asiatiche, e si propongono altre attività parallele come esposizioni, concerti di musica contemporanea, rappresentazioni teatrali, seminari, così come omaggi e cicli dedicati a figure del cinema internazionale.


Festival ibero-americano di teatro di Cadice. Cadice.

Dal 1986 si celebra annualmente il Festival ibero-americano di teatro di Cadice (FIT) in differenti palcoscenici della città.
Un punto d'incontro che riunisce compagnie spagnole ed ibero-americane con spettacoli imperniati sulle arti sceniche. Rappresentazioni teatrali, montaggi ed una grande offerta di attività complementari formano il programma della competizione.

Feste di carnevale di Cadice. Cadice.

Cadice prepara i suoi famosi carnevali durante tutto l'anno. Un travestimento e voglia di divertirsi è l'unica cosa di cui si ha bisogno per godere di questa festa allegra ed originale come poche.

Il carnevale di Cadice è conosciuto nel mondo per essere una festa “di strada”. Sono undici giorni di divertimento continuo, originalità e soprattutto partecipazione popolare. La città intera si trasforma, riempiendosi di gente che esce a ridere ed a far ridere, a cantare e in definitiva a passarsela bene. Se anche tu vuoi vivere gli allegri carnevali di Cadice, ti conviene compiere i preparativi con sufficiente anticipo, giacché è uno degli avvenimenti più attesi che, ogni anno, attrae migliaia di persone.

Experience Years of translation experience: 23. Registered at ProZ.com: Jan 2018. Became a member: Feb 2018.
ProZ.com Certified PRO certificate(s) N/A
Credentials English to Italian (See letters at the bottom of my CV)
Memberships N/A
Software MateCat, memoQ, Microsoft Excel, Microsoft Word, SDL TRADOS, Wordfast
CV/Resume English (PDF)
Professional practices Anna Brancaleon endorses ProZ.com's Professional Guidelines.
Bio

Languages have always been a passion for me, motivating me to learn and perfect them as a way of communication with the whole world.

I have an academical tourism oriented economic background, and an accountancy&programmer diploma.

In my family I got knowledge in the technical and medical fields.

I have acquired a long experience in translations, working in businesses and also doing a lot of free translations out of passion.

I have indicated so many fields because my culture is very expanded.

My first job was as an accountant, costs analysts and support for foreign sales in a food company.

Then worked for an accountancy firm, bookkeeping and compiling tax returns and assisting my bosses with translations for foreign clients, mostly contracts and regulations.

Ten years ago I left my Country and engaged in the adventure of becoming a member and a public relation officer for an international ecovillage and human development centre in Scotland, the Findhorn Community, which included some translation activity for potential and acquired visitors.

Later I moved to Tenerife, Spain where I have kept on with my public relations activity for a Yacht Club Association, with marketing tasks including writing presentations, web pages, brochures, events advertising.

I am now lead Italian translator for world hotel chain Melià's websites.


I have translated various technical manuals for mechanical/electronical equipments; medical brochures and pharmaceutical instructions.

I have translated a sport event website.

And many other translations in the health and beauty field, tourism, fashion and many others.

I am an amateur writer, having experimented with novel and essay writing and authored various articles, both in Italian and English. I started as a child and a teenager as an eager book reader while my peers spent their time watching tv. I have translated many excerpts from different books.

I also worked for a professional astrologer and translated his readings.

Music, dancing and art are other fields where I am experienced.

I am looking forward to a proficient collaboration soon!

zxububm8jiinwzkabg3u.jpg


This user has earned KudoZ points by helping other translators with PRO-level terms. Click point total(s) to see term translations provided.

Total pts earned: 35
(All PRO level)


Top languages (PRO)
Spanish to Italian7
French to Italian4
Pts in 1 more pair >
Top general fields (PRO)
Other11
Tech/Engineering8
Law/Patents8
Bus/Financial8
Top specific fields (PRO)
Finance (general)8
Law: Contract(s)8
Automotive / Cars & Trucks4
Engineering (general)4
Medical: Instruments4
Other4
Science (general)3

See all points earned >
Keywords: computers, software, social, websites, localization, social media, e-commerce, videogames, manuals, FAQs, brochures, marketing, advertizing, beauty, fashion, tourism, travel, hotels, agency, transport, payment, mechanical, engineering, medical, instruments, pharmaceutical, curriculum, letter, books, novel, romance, essay, fantasy, science fiction, sci-fi, children, pedagogy, self motivation, spirituality, health, fitness, sport, instructions, thesis, school, caretaking, food, science, mathematics, physics, geography, history, astrology, literature, poetry, music, dance, art, contracts, regulations, law, visa, education, courses, learning, medicament, therapy, massage, applications, commerce, spot, camera, security, lens, optics, muscular, fisiotherapy, plants, cure, statistics, financial, accountancy, insurance, bookkeping, taxes, tax returns, investments, funds, balance, sheet, revenue, costs, managment, court.


Profile last updated
Jun 17






Your current localization setting

English

Select a language

All of ProZ.com
  • All of ProZ.com
  • Term search
  • Jobs
  • Forums
  • Multiple search